BLOG : La voce di quasi tutti

«

»

Set
06

« E l’Italia si risveglia »


Mentre su tutto il suolo italico nell’orbe straniero si fanno novene perchè avvenga il miracolo : “Tra qualche mese me ne vado, vado via da questo paese di merda…di cui…sono nauseato…punto e basta…”, la voce della Cgil porta in tutta l’Italia il dissenso a questo governo che sta assassinando il paese. Le voci tiepide della Cisl e Uil, sono pigolii che fanno a malapena sollevare un ciglio, come pure l’altra pletora di sindacati e sindacatini che guardano solo il proprio orticello ; un modo di evitare la realtà e far sorgere il sospetto della solita pastetta o inciucio, vedi certe cenette casalinghe invece di pane e mortadella con gli operai.
Invece di dare sostegno e fare sentire la loro voce “non solo stampata”, qualcuno fa il distinguo, vedi il Corriere che titola :
“Effetto sgradevole dello sciopero generale – La Cgil e il Corriere
(f. de b.) – Lo sciopero nazionale della Cgil impedirà domani l’uscita del Corriere . La maggior parte degli altri quotidiani sarà in edicola. In precedenti occasioni, i lavoratori poligrafici, con grande senso di responsabilità, avevano garantito tutte le pubblicazioni. Questa volta no”, non mi sembra che ci siano commenti da fare davanti a tale miopia dei fatti ; ovviamente la stampa bolscevica e reazionaria ci sarà : “Domani nelle piazze della Cgil lo speciale gratuito de l’Unità”, come altre testate.
Ma questo è solo l’inizio, il movimento “se non ora quando” parteciperà con la Cgil, mentre il Popolo Viola sabato e domenica sarà a Roma per ben due giorni di mobilitazione totalmente autofinanziata e autonoma dai partiti.
Persino il “trombone al pesto” ha annunciato oggi una manifestazione davanti alla Camera il prossimo 10 settembre, ribattezzato “Cozza Day”, per mandare via tutti coloro che si sono trincerati all’interno del Palazzo e restano abbarbicati ai loro privilegi.
Non sarà una “rivoluzione dei gelsomini”, ma si spera che la coscienza degli italiani si sollevi davanti a questo sfacelo governativo, dove impera e regna solo un fine quello di salvaguardare i loro interessi, quello che accadde in “mani pulite” era tutto rose e fiori a quello che stiamo assistendo in questo anni.
Un esempio tra i tanti “rapaci” : leggetevi questo e poi riflettete.
Il titolo magniloquente di : “Ok della commissione Bilancio alla manovra Berlusconi: Adesso è equa, l’ho raddrizzata io”, fa veramente scompisciare, leggendo che : “Cancellati i redditi online, controlli sui conti correnti. Sì al recupero delle somme non riscosse dal condono 2002. Ok di Cisl e Uil sulla deroga all’articolo 18: licenziare sarà più facile”.
E questo ? avrà mai il coraggio di “raddrizzarlo” :
“Ultimatum Usa alla Svizzera: dateci i nomi degli evasori – Ultimatum Usa alla Svizzera: entro martedì deve fornire dati sui conti bancari di cittadini americani sospettati di utilizzare banche svizzere per evadere le tasse negli Usa” ; forse quando gli asini volano ; a meno che non ci sia qualche inciucio con il paese dei cucù.
Adesso la parola è al “popolo sovrano”, come amano riempirsi la bocca parlando dei cittadini/elettori, vedremo se dalle parole passeranno ai fatti.

OkNotizie

Media 4.33 su 5


Lascia un commento

Il tuo indirizzo mail non sarà pubblicato!


*