BLOG : La voce di quasi tutti

«

»

Nov
18

« errare humanum est, perseverare autem diabolicum (commettere errori è umano, ma perseverare è diabolico) »


Mentre il nuovo ‘Signor Presidente del Consiglio Mario Monti’, ridà immagine e credibilità al nostro paese, ha illustrato il programma necessario al Senato, sul quale ci sarà tanto da lavorare per attuarlo, non per la sua complessità ma per la miopia degli ortolani che s’occupano solo del loro orticello elettorale.
Già la compagine ministeriale da lustro alle nostre istituzioni, e non sono personaggi ai quali è stata data una poltrona per il pagamento del loro appoggio, o altra mercede come negli ultimi tempi ; bensì persone altamente qualificate i cui meriti sono riconosciuti internazionalmente.
Adesso è naturale, chi è stato defenestrato quale non gradito ospite, si dedichi al suo stile rancoroso e denigratorio, tacciando altri politici mezze tacche esprimendo il suo berluscapensiero in : “Non possiamo lasciare il paese alla sinistra. E poi a chi? A Di Pietro, Vendola e Bersani. Gli italiani non sono così cretini da dare il voto a questi qua”.
Forse gli italiani sono stati cretini a credere ad un teleimbonitore che ha portato il paese all’orlo del disastro, sono stati permissivi a concedergli per troppo tempo per essere rappresentati da un personaggio affetto da senilità galoppante con l’aggravante del priapismo.
Oggi, cercare scusanti, non solo sono ridicole ma scadono nel vuoto d’essere di un personaggio avulso dalla realtà del paese, dichiarare che :
“La decisione finale ci è stata praticamente imposta, con i tempi voluti dal presidente della Repubblica. Come presidente del Consiglio mi sentivo impotente, potevo solo suggerire disegni di legge. Anche i decreti, quando arrivavano al Quirinale, il presidente della Repubblica diceva no a 2 su 3 ci correggeva con la matita rossa, come una maestra con i bambini delle elementari”.
Gli italiani possono solo dire un grazie oceanico presidente della Repubblica Giorgio Napolitano, quelli che definisce cretini sono le migliaia che hanno sventolato il tricolore alla sua ignominiosa dipartita dalle istituzioni.
Ora che speri con tutte le sue forze che questo “signor governo” fallisca è sotto gli occhi tutti, l’ipocrisia che emana ad ogni apparizione è plateale, come pure le sue dichiarazioni ; la sua segreta ambizione che si vada alle elezioni con questa legge elettorale porcata, per ricreare la sua corte di nominati e lacchè.
Nel frattempo, anche in questo frangente ha dimostrato quale suo unico interesse personale e primario, risolvere i calli che lo affliggono quali la giustizia e delle intercettazioni ; per il resto non vi sono proposte degne di tale nome, salvo il qualunquismo da campagna elettorale.
Quanto alla dichiarazione di : «So che volevate che mi ritirassi a scrivere le mie memorie, ma non lo farò», era scontato che non lo facesse, ci sono troppi interessi personali, delle sue aziende ed altri affarucci, ma come suol dirsi il tempo è galantuomo, prima o poi verrà il redde rationem e l’Italia potrà finalmente non sentirsi più oppressa da questa presenza anomala, fastidiosa e posticcia.

OkNotizie

Media 4.60 su 5
Share


Lascia un commento

Il tuo indirizzo mail non sarà pubblicato!


*