BLOG : La voce di quasi tutti

«

»

Dic
19

« Le ombre oscure del razzismo »


Dopo il fatto sanguinoso avvenuto a Firenze, con l’uccisione di due senegalesi da parte di uno squilibrato in un suo momento di follia ; c’è da chiedersi se questo cancro di razzismo xenofo, ancora s’annidi e sparga il suo veleno tra gli italiani. La prima volta che si manifestò in forma virulenta, fu durante il periodo fascista con la promulgazione delle infamanti ‘leggi razziali’ ; ma era nei confronti di un credo religioso, non verso l’immigrato ed quell’epoca ce n’erano ben pochi.
Dopo l’avvento della Repubblica, il problema scomparve, ma forse restava latente la discriminazione fra etnie diverse, ma non in forma violenta e propagandata, ma bensì una sorta di distinguo che il più delle volte conoscendosi spariva.
Adesso invece abbiamo davanti agli occhi anni in cui viene fomentato il razzismo xenofobo, ne diventa un componente da campagna elettorale, un continuo instillare odio nella diversità di razza e religione ; tutto ciò permesso per l’insipienza delle istituzioni.
Ora più che mai in questa globalizzazione di ricerca della libertà, di un posto diverso dalla dittatura subita per anni, migliaia di persone cercano un approdo nel nostro paese per stabilirsi oppure come tappa per raggiungere i loro parenti in Europa.
E l’apporto che danno alla nostra economia è di un peso più che congruo, da quello che ci è dato di sapere tra clandestini e regolari dovrebbero essere circa 6 milioni, pari al 10% degli italiani.
Come si legge da un articolo dell’associazione ADUC immigrazione :
“Gli stranieri sono anche un valore economico per la società italiana. Sono il 9,1% degli occupati, guadagnano 40 miliardi di euro e ne pagano 6 di Irpef. E’ quanto emerge, fra l’altro, nel Rapporto annuale sull’economia dell’immigrazione presentato oggi a Milano all’Università’ della Bicocca.
In particolare, in Italia si contano oltre 2 milioni di lavoratori immigrati (il 9,1% del totale degli occupati), in sede di dichiarazione dei redditi notificano appunto al fisco 40 miliardi di euro (pari al 5,1% del totale dichiarato) e pagano di Irpef quasi 6 miliardi di euro (pari al 4,1% del totale dell’imposta netta). Ma rappresentano la parte di popolazione che maggiormente ha subito gli effetti negativi della crisi (il tasso di disoccupazione straniero e’ passato dall’8,5% del 2008 all’11,6% del 2010), mostrano livelli di povertà più elevati (il 37,9% delle famiglie straniere vive al di sotto della soglia di povertà) e le loro retribuzioni sono inferiori di 300 rispetto ai lavoratori italiani”
.
Ciò dovrebbe far riflettere, e non poco a quei politicanti che predicano il razzismo xenofobo per raccattare voti, dare maggiore spazio all’istruzione per favorire l’integrazione ; saper vivere e condividere il nostro paese nel rispetto delle sue leggi.
Altrimenti si cade in quella follia che fu il manifesto degli scienziati razzisti che fu pubblicato sul giornale d’Italia il 14 luglio 1938 :
“Le razze umane esistono. La esistenza delle razze umane non e’ già una astrazione del nostro spirito, ma corrisponde a una realtà fenomenica, materiale, percepibile con i nostri sensi. Questa realtà e’ rappresentata da masse, quasi sempre imponenti di milioni di uomini simili per caratteri fisici e psicologici che furono ereditati e che continuano ad ereditarsi. Dire che esistono le razze umane non vuol dire a priori che esistono razze umane superiori o inferiori, ma soltanto che esistono razze umane differenti”.
Chiunque sia proselita di questo pensiero deve essere additato al pubblico ludibrio, perché incapace di vivere e convivere con altri esseri umani, oserei dire di metterli dentro uno zoo come esemplari di una razza in via d’estinzione, ma purtroppo li vediamo anche assisi sui banchi delle istituzioni tronfi della nullità del loro pseudo pensiero.

OkNotizie

Media 4.33 su 5
Share


1 commento

No ping yet

  1. Max Miniati
    Max Miniati scrive:

    Infatti “Faccetta Nera” fu un inno molto osteggiato dagli estremisti di allora, perchè quasi laudava l’abitante abissino fino a fargli indossare la camicia nera sfilando davanti al re….

    “Faccetta nera bella abissina….”
    “sfilerai con noi camice nere…”

    Mmmmmm non si metteranno mica a cantarla anche oggi alle manifestazioni?

Lascia un commento

Il tuo indirizzo mail non sarà pubblicato!


*