BLOG : La voce di quasi tutti

«

»

Gen
09

« Politici, imparar tacendo »


Ormai è evidente che certa stampa e certi politici si sentano in campagna elettorale, seminando castronerie a più non posso, escludendo la canea cispadana che non fa testo visto il suo modus operandi da confusione neuronica ; si resta perplessi del comportamento di certi senatori o deputati, sarà forse la crisi d’astinenza da poltrona che li sragionare.
Dopo che c’è stato il blitz nel santuario dei ricconi, tutti ad ululare allo scandalo, si aver perseguitato dei poverelli che a malapena mantenevano una sgangherata Porsche o si coprivano dal freddo con mantelli di pelliccia con relativo colbacco ovviamente di visone ; la storia ha assunto dei toni grotteschi.
Persino buon Franco Bechis su FB scriveva : “ma con tutte le battaglie che ci sono da fare, possibile che il Pdl sia lì a difendere 48 beceri superevasori di Cortina? ” ; persino il Tempo titolava ”Quel Pdl che difende 42 evasori fiscali – Invece di proteggere gli italiani il partito di Berlusconi attacca Befera. Il partito dell’ex premier fa come Bossi con i ladri delle quote latte”..
Ancor più caustico ed incisivo un articolo di Emanuele Macaluso sul Riformista dal titolo : Se la destra vuole un governo che non governi
; fotografa la realtà di questa classe politica, che non avendo avuto il coraggio di fare le riforme adesso ha paura di un governo che le sta facendo.
Che piaccia o non piaccia questo governo tecnico, ci ha ridato in primis la credibilità che avevamo perso da anni, una figura istituzionale, checché se ne dica, al disopra a certi comportamenti beceri del passato ; ravvivare quei sentimenti di italianità ed europeismo che si erano ormai spenti.
Credo che il discorso che ha fatto il Presidente del Consiglio Mario Monti, da Reggio Emilia in occasione delle celebrazioni per il 215esimo anniversario della nascita del Tricolore, sia motivo di riflessione per i signori della ‘casta’, e dovranno essere ben consci che qui “si fa l’Italia o si muore” nella crisi più profonda che loro stessi ne sono stati artefici.
Ma anche per questo ‘governo’ c’è una ma … adesso stiamo tirando la cinghia i soliti noti, ci aspettiamo ancora quella parolina magica che dice “rigore” ; altrimenti anche questa volta gli italiani sono gabbati tanto dai politici che dai tecnici.
Se è vero quello che ha detto l’ Attilio Befera : ‎”Questo Paese deve davvero scegliere se continuare sulla strada di questi ultimi anni o tornare a praticare la legalità e il senso civico” , questo deve valere per tutti, non ci sono cittadini di serie A (vedi casta) e cittadini di serie B (i soliti noti); che questa fase 2 del “salva Italia”, sia vera ed effettiva per tutti, e per una volta i signori politici imparino tacendo.

OkNotizie

Media 4.78 su 5
Share


Lascia un commento

Il tuo indirizzo mail non sarà pubblicato!


*