BLOG : La voce di quasi tutti

«

»

Gen
12

« S’alza forte il lezzo dell’inciucio »


Dopo il voto di ieri, che la Giunta per le autorizzazioni della Camera si è espressa a favore dell’arresto di Nicola Cosentino nomato : Nick o’ Mericano’, si è visto il Pdl, Popolo e Territorio ed i radicali essere i strenui difensori del povero tapino perseguitato dalla giustizia. Oltre ai puerili tentativi di prender tempo, sperando di raccattare qualche voto come prassi e consuetudine consolidata, ma purtroppo questa volta si sono messi di traverso proprio il loro più fedele e servizievole alleato ; che ha tenuto bordone sino a tracimare nel guano.
Però questo è solo il primo round, è solo il primo incerto passo verso l’applicazione dei dettami della Giustizia (quella con la G maiuscola), adesso si dovrà vedere in Parlamento se vi sarà un sussulto di legalità o la solita connivenza prezzolata.
Da quel che si legge, la base leghista è esultante per essersi scrollata di dosso il giogo del rais d’Arcore, ma ha le sue belle gatte da pelare tra il cerchio magico, maroniani ed affari tanzaneschi oltre ai bastian contrari, mentre nel Pdl non sono poche le fratture del dopo regno, non pochi ormai sanno che l’avventura dei nominati è finita.
Ma come suol dirsi, meglio aspettare il responso, adesso sono solo previsioni mentre i peones ed i comis pidiellini si stanno dando da fare, quel che lascia perplessi certe asserzioni di fare “attenzione agli equilibri”, quali ? tra la legalità e l’illegalità ? Non ci è dato di saperlo.
Ma però sappiano cosa sia il loro spirito nel dichiarare : «La Giunta ha commesso un gravissimo errore che ci auguriamo venga corretto dal voto di Aula. Se qualcuno pensa che operazioni di questo tipo non peggiorino il quadro e i rapporti politici, sbaglia in modo profondo».
Ergo, una velata minaccia ricattatoria nei confronti della tenuta attuale del governo, si direbbe proprio il caso che per far dispetto alla moglie si tagliò i gioielli, ma non sono nuovi nemmeno in questo, solo stancamente ripetitivi.
In compenso tanto su Twitter che su Facebook trovare difensori come quei magnifici dieci, nemmeno l’odore, almeno la rete è ancora razionale e non si fa fuorviare da certi giuochini politici da prima Repubblica.
Anche se in un’Ansa si legge : “Nicola Cosentino potrebbe lasciare il ruolo di coordinatore campano del Pdl prima del voto della Camera sul suo arresto. La decisione, secondo quanto raccontano fonti pidielline, starebbe maturando in queste ore. Cosentino avrebbe raccontato ai colleghi di partito di essere pronto al passo indietro, nel caso Silvio Berlusconi e Angelino Alfano glielo chiedessero. Un incontro con l’ex premier, dopo un colloquio telefonico avvenuto ieri, potrebbe esserci nelle prossime ore o comunque prima del voto in Aula di domani”.
Come san Tommaso aspettiamo, il tempo dei creduloni è passato da un pezzo, e le sorprese degli inciucioni sono dietro l’angolo..

OkNotizie

Media 4.60 su 5
Share


Lascia un commento

Il tuo indirizzo mail non sarà pubblicato!


*