BLOG : La voce di quasi tutti

«

»

Nov
30

« Sindrome d’astinenza di notizie »


Non so se ci avete fatto caso, ma tanto i giornali che il vari talk show, dopo l’overdose ‘d’annunciocrazia’ (Luca Telese dixit), adesso sono allo stato terminale astinenza da notizie sul nuovo premier e sul suo governo, sono nelle ambasce più profonde per titolare qualcosa.
ED allora eccoli li ad accontentarsi degli scampoli, un bel servizio fotografico quando scende dal treno e lo aspetta uno auto blu, come se fosse chissà che cosa ; forse dimentichi che quando girava lo ‘zar patonza’ mancano solo i blindati Lince ed un plotone di marò a fargli da scorta.
Per rabbia di fame, lo seguono passo passo, sino a scoprire che come tutti i comuni mortali va dal barbiere, ovviamente suo amico ed a pagamento, non approfittando dei prezzi modici messi a disposizione nella barberia della casta per i poveri indigenti.
Poi cosa c’è di meglio che mettergli l’alone del mistero, dall’ammantarlo fratello massone a quello che fa riunioni carbonare con i vari sfigati politici ; i loro neuroni ormai giranno impazziti per dare qualcosa in pasto alle loro penne esangui.
Adesso dopo i ministri è caccia aperta sui viceministri e sottosegretari, passati sotto il microscopio cercandone ogni vizio o virtù, spulciando a fondo per vedere se hanno cointeressenze o macroscopici conflitti d’interesse, forse dimentichi del ‘rais d’Arcore’ che ne aveva in ogni dove.
Giusto per essere un filino controcorrente le notizie da prima pagina sono la sfacciataggine di certi pseudo politici, vedi una notiziola di Carlo Tarallo per Dagospia : L’ONOREVOLE MICHELE PISACANE CHIAGNE E FOTTE: “FACCIO UNA VITA DA CANI CON 12.000 EURO AL MESE…”
Una colletta per l’onorevole: Michele Pisacane, deputato del Pid di Saverio Romano, si lamenta del suo stipendio: “Con le indennità si arriva a circa 12 mila euro al mese ma con uno stipendio così, se devi sottrarre i soldi che dai ai tuoi figli, i contributi per la mia professione e le spese per la politica, alla fine ne rimangono solo la metà, seimila euro”. La moglie è consigliere regionale in Campania. “Sì, io e mia moglie insieme prendiamo circa 30 mila euro di stipendio netti al mese ma non vedo qual è il problema”.
Tenere aggiornati i lettori e gli elettori, dei magheggi o delle soperchierie che vengono fatte dalla casta, per i soliti ed esclusi interessi, a danno dell’intera comunità, il mercimonio fatto dalla ‘lega ladrona’ che adesso si è messa all’opposizione e cerca poltrone in ogni dove, sputando nel piatto dove sta mangiando da anni.
Oppure vedere con quanta dignità, quella moltitudine di pensionati e giovani senza lavoro, vanno chiedere un pasto caldo alla Caritas o fuori dei supermercati, con infinita umiltà, chiedono qualche spicciolo.
Ma si sa queste non sono notizie appetibili, meglio sparare il solito ‘mostro’ in prima pagina, trova sempre i suoi estimatori, in primis sulla nostra politica nostrana, ma sono orbati del principale attore ormai messo dietro le quinte ; non ci è dato di sapere se quelle di un teatro o della misura di un reggiseno.
Forse sarà questo uno dei motivi che, per rispetto dell’ambiente, meglio dargli una spulciata in rete che comprare il cartaceo, una volta si potevano riciclare per cani o gatti, adesso anche loro non ne vogliono sapere.

OkNotizie

Media 4.60 su 5
Share


1 commento

No ping yet

  1. Avatar
    Anna scrive:

    Magari adesso i colleghi dovranno mettersi sul serio a lavorare per cercare notizie…magari dovranno fare pure qualche inchiesta…magari!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo mail non sarà pubblicato!


*