BLOG : La voce di quasi tutti

«

»

Gen
16

« Speculando con le lettere dell’alfabeto »


Ormai, non passa giorno, che i bollettini di guerra dell’economia mondiale ci informano di rating, spread ed altri termini astrusi , che solo pochi addetti ne capiscono il significato ; per la gente comune è solo un altalenarsi tra allarmismo o rassegnazione.
La cosa che è certa che queste agenzie di rating, dopo aver creato disastri planetari, adesso sono li a pontificare sull’economia europea, dando adito ad una longa mano a stella e strisce contro l’Europa e l’euro.
Visto quello che sta accadendo sul mercato azionario, non bisogna essere degli economisti, per capire che dietro tutto ciò ci sia una virulenta forma di aggiotaggio ed insider trading, a beneficio di grossi gruppi di speculatori.
Lo dimostra il fatto, che un’altra maestrina di rating americana, si è dilettata a dare voti a diversi paesi europei giocando con le lettere dell’alfabeto, in base a suoi imprescindibili calcoli, come il Mosè con le tavole della Legge, approfittando delle discrezione e campanilismi dell’Europa.
Dalla nostra possiamo solo dire che nel bene o nel male, abbiamo al governo persone che ne masticano con dovizia di questi problemi, e non soffrono della sindrome di parlare in politichese per salvare l’orticello elettorale.
Ma anche se stanno facendo riforme indigeste ai più, qualcosina si sta vedendo, basta pensare che la spesa pubblica ha avuto un rallentamento, ma ancora non sufficiente perché i tagli sulla ‘casta’ sono osteggiati bipartisan ; nessuno vuole mollare un pezzetto d’osso, anzi se possono una azzannatina di più.
Poi c’è stato il “Bond day”, che ha riscosso un apprezzevole risultato, ma da parte dei cittadini, da parte dei politici o del loro partito non ci è dato di sapere, o meglio abbiamo scoperto che i ‘leghisti puri e duri’, hanno preferito fare investimenti in quel di Norvegia, Cipro ed in Tanzania per svariati milioni ; un illuminante esempio di italianità, ma solo per prendere i soldi dei contribuenti e darsi da fare come novelli finanzieri.
Calza molto il vecchio detto che : “quando la nave affonda i sorci scappano”, ne sono un emblematico esempio per quanto hanno predicato alla loro base, un modus operandi nemmeno da I Repubblica ma da tribù medioevale.
Dulcis in fundo, leggere poi, uno della ‘voce del padrone’ su uno dei suoi ‘house horgan’ : «Berlusconi può stupire gli italiani una seconda volta, diventare il padre nobile, e forte, di una nuova e definitiva stabilizzazione, proporre lui una fase di coesione nazionale, e praticarla in nome delle riforme di sistema e di un progetto per il futuro».
Allora siamo ridotti alla canna del gas o meglio il classamento sarà di tripla Z, anche perché come a detto un politico :«Il governo Monti è una parentesi. Ma chi pensa che tutto, alla fine di questa parentesi, torni come prima, non ha capito nulla» ; a buon intenditor poche parole.

OkNotizie

Media 4.71 su 5
Share


Lascia un commento

Il tuo indirizzo mail non sarà pubblicato!


*