BLOG : La voce di quasi tutti

«

»

Gen
11

« Tra manutengoli ci si difende »


Non è passato molto tempo, quando un certo ‘parlamento’ di maggioranza, allineato e compatto per le desiderata del ‘rais’ ha votato contro la logica della ragione ; e gli italiani hanno assistito allo spettacolo indecoroso di persone inquisite dalla magistratura, uscirne fuori con la scusa del “fumus persecutionis”.
Vedere certi personaggi, che per tenersi la poltrona, negare l’evidenza ; essere chiaramente complici di un malcostume che impera da illo tempore, ma che in questi anni è diventato virulento.
Il florilegio di fantomatiche logge P3, P4 o altro ; l’intreccio d’interessi tra cricche lobby e politica, ha dato il meglio di se, la famosa etica istituzionale ridotta al nulla, un qualcosa d’anacronistico.
Almeno qualcuno, con un sussulto di dignità si è dimesso, ma restano le ombre del fatto fine a se stesso ; o altri che hanno fatto parzialmente i conti con la Giustizia, diventare dei buoni samaritani ; mentre altri con un fare borioso mostrare la loro indifferenza e proseguire a sedere sugli scranni.
Praticamente, si è creato una sorta di ‘intoccabili’, che anche se coinvolti o collusi con Mafia, Ndrangheta o Camorra, ed inquisiti dalla magistratura ; non fanno un passo indietro e rassegnano le dimissioni ; tutt’altro cercano nelle alleanze aiuto e protezione.
Ormai, nelle cronache non passa giorno che si legga qualche articolo in proposito, fatti che scavano sempre più a fondo il solco tra politica e cittadini, e non si può nascondere dietro il luogo comune dell’antipolitica.
Cosa può pensare l’elettore, quando legge che un membro , della Giunta per le Autorizzazioni dichiara :“Non ho potuto studiare perché mi sono fatto male giocando a tennis” , che la scusa sia ridicola è fuor di dubbio, ma rende sempre più l’idea che vogliono offendere l’intelligenza degli italiani con storielle alla Ruby ; oltre che a farli infuriare con quello che prendono e che rendono.
Prima che si faccia pulizia e trasparenza ce ne vorrà, ma alle prossime elezioni, se sarà cambiata la legge elettorale, dovremo ricordarci di questi personaggi nominati, che hanno dimostrato d’essere il peggior esempio della storia repubblicana del nostro paese.

OkNotizie

Media 4.60 su 5


Lascia un commento

Il tuo indirizzo mail non sarà pubblicato!


*