«

»

Ott
31

«Se stai zitto nun fai un sordo de danno»


A quanto pare ormai ha una fase cronica di ripetitività, in quale posto si trovi ed in qualunque manifestazione italica o estera, gli parte la litania che lo ossessiona, ma smarrona il globo con annessi satelliti. Tipo preghierina del sofferente, gli parte subito :
– Mi hanno fatto 26 processi
Ora pronobis
– Mi sono costati un miliardo “gli avvocati li tiene tutti in parlamento”
Ora pronobis
– Mi hanno assolto tante volte “con leggine ad personam”
Ora pronobis
– Ce l’hanno tutti con me magistratura, stampa bolscevica e televisioni reazionarie
Ora pronobis
– C’avevo qualche miliarduccio per i pargoli e me li hanno rubati con le sentenze bolsceviche
Ora pronobis
E via discorrendo, ma quello che è eclatante che apre la bocca e da fiato alle protesi dentarie, quelle sparate alla riunione degli Stati generali del commercio estero, sono state la summa di una persona ormai scollata dalla realtà, dire : «L’euro non ha convinto nessuno», lasciando esterrefatta la stampa nazionale ed estera ; escludo i presenti che facevano claque salvo qualche dissidente nascosto alla carbonara.
Poi, forse qualcuno gli ha fatto notare la castroneria intergalattica, e subito la marcia indietro dichiarando : «L’euro è la nostra moneta, la nostra bandiera»; ovvio che le sue parole, a sua detta, sono state interpretate «in maniera maliziosa e distorta» per sollevare polemiche; ma lo ha visto il video ? o pensa che tutti gli italiani si sono bevuti il cervello per credergli.
Ma la sua logorrea pseudo imprenditoriale, non ha convinto nessuno degli imprenditori con un minimo di raziocinio mentale, e c’aggiunge «il governo varerà, sotto la direzione dello Sviluppo economico e del ministero degli Esteri, un’Agenzia del Commercio con l’estero, in luogo dell’Ice, », ergo un altro poltronificio per le prossime votazioni per avere la maggioranza.
Ma ha saputo giungere all’apoteosi della clownesca rappresentazione, con una asserzione che lascia basiti l’auditorio, salvo i laudatores, che ha dell’incredibile e da far riflettere a chi ci rappresenta all’estero : «E’ nei momenti di crisi che vengono fuori gli imprenditori di razza, bisogna fare lezioni a tutti i nostri uomini all’estero sulle storielle da raccontare, perché una storiella pulisce dal pessimismo e dai pensieri tristi».
Quindi invece dei trattati d’economia o di interscambio internazionale, un bel libro di Gino Bramieri, il vero re della barzelletta, e tentare di convincere i possibili clienti a colpi di storielle ; ha ben ragione Alexander Stille (giornalista americano) e non è il solo a definirlo un ‘pagliaccio’.
Ma attenzione, se non l’avete capito, estremamente furbo e lungimirante perché la politica per lui è un mezzo da usare per i suoi interessi economici delle sue aziende, prole, e compagnia cantando ; vedi le sue spesucce di circa un milione d’euro al mese (leggi) ; come lo ha definito un suo ministro è un ‘santo puttaniere’, ma che sia l’unico che non creda alle storielle raccontante dai peones legulei in Parlamento
Per lui non esistono ‘conflitti d’interessi’ ma solo e soltanto interessi a lui riconducibili, anche di fare il biscazziere, vedi la Srl Glaming che è controllata al 70% dalla Mondadori ; ma è solo un grano di un lungo rosario al quale la pavidità politica ha permesso questo scempio d’intrallazzi e consorterie.
E adesso ci vuol propinare ancora ‘supercazzole’, se non ci svegliamo adesso quando ?.




OkNotizie

Media 4.67 su 5


Lascia un commento

Il tuo indirizzo mail non sarà pubblicato!


*