BLOG : La voce di quasi tutti

«

»

Gen
08

“Moriremo democristiani ?” “No, seppelliti da spazzatura di sinistra” Da “M” de “l’Unità”



Era troppo bello questo titolo per non usarlo….
Ormai nelle prime pagine di tutti i media del mondo e telegiornali, la situazione napoletana sta diventando drammatica, ieri l’asserto del professore che avrebbe fatto lavorare di notte per liberare le scuole ! i risultati sono sotto gli occhi di tutti ; una situazione che ha dell’apocalittico, fuori da qualsiasi immaginazione. A Palazzo Chigi, il solito balletto dei vari ministri ed addetti ai lavori, grandi chiacchiere ma pochi fatti ; si è dovuto chiedere l’aiuto all’esercito quando ormai erano allo stremo, il colmo dell’incapacità ed inefficienza. Molto tempo fa, ci fu il – Piano Bortolaso -, non avrebbe soluzionato ma sarebbe stato l’inizio a recuperare credibilità ; invece grazie alle gelosie ed alle gravi incapacità dei soliti verdastri niente di tutto ciò, ma un volgare pezza creando una discarica nuova, pagandola a costi esorbitanti ed abbattendo centinaia di querce secolari. Dov’erano gli ambientalisti allora ? forse a cercare altre discariche da comprare… Resta il fatto che i responsabili, restano sfacciatamente incollati al loro scranno, e si viene a scoprire che già dall’11 gennaio 2007, il nostro bravo professore sapeva ma no ha trovato il tempo di risolvere il problema, o forse il solito mercimonio per accontentare tutti finito male. La dichiarazione resa dal sindaco Iervolino lascia stupefatti : «la situazione non è così semplice, non si tratta di cercare un capro espiatorio: ci sono stati vari ritardi e poi siamo vittime di un fondamentalismo ambientale un po’ folle: no alle discariche, no ai termovalorizzatori, no a tutto, ma alla fine i rifiuti da qualche parte devono andare». L’assurdità più eclatante è che se esiste un progetto che funziona, non venga adottato e preso a modello, a Milano Walter Ganapini risolse il problema delle discariche passando in quattro settimane dal 3 al 33% di raccolta differenziata, tamponando l’emergenza usando siti dello stato soggetti a servitù militari. Il bravo Bassolino invece cosa ha fatto ? dopo 15 anni di dominio assoluto, il governatore ds della Campania, oltre a decantare il –rinascimento napoletano- ed a rinnovarsi gli uffici al terzo piano del palazzo della Regione, per un a bazzecola di tre miliardi del vecchio conio alias lirette, del resto visto che ha avuto tutte le cariche possibili da sindaco,commissario straordinario, sino a governatore. Ma del “problema” un niente di niente ; solo sei milioni di ecoballe di immondizia, destinate a crescere impietosamente. Chi ha commesso questi macroscopici errori, dovrebbe avere il coraggio e l’etica d’assumersene le responsabilità, ma essendo in Italia ed in particolare in Campania, e solo ridicolo pensarlo, anche per loro il caso sarà archiviato, come è prassi di questo governo.
.

Media 3.00 su 5
Share


Lascia un commento

Il tuo indirizzo mail non sarà pubblicato!


*