«

»

Lug
02

A te Pirata …

selina_martinello-framed


Penso che ci siano delle prostitute mediocri che cercano notorietà e dignità dicendo di essere delle vergini! E chi le ascolta decide di credere con tutta la disonestà intellettuale di cui sono capaci.
Perché?
Per convenienza, per opportunismo, ma soprattutto per paura.
Penso a te Marco, ascoltando le notizie alla radio, leggendo i Tweet e all’improvviso rivivo tutta l’angoscia che hai provato.
Sai … per un lungo periodo ha fatto parte anche della mia vita un’angoscia simile alla tua. Non è stata così devastante, forse perché non ho vissuto direttamente il dito indice puntato. Sono riuscita a dire basta, ad abbandonare tutto. Sono riuscita a scappare da un mondo che non ho mai sentito mio, ma che ho amato, che amo e che amerò per sempre.
Forse combattere un sistema da soli non è mai una buona idea, ma l’istinto della giovinezza è temerario, è genuino, è sincero, non ammette no, non accetta ordini. Alla fine, però, paghi un prezzo molto alto: paghi con l’isolamento e con il disprezzo.
Io non lo so perché, ma non ci credo che tu ti sia suicidato, no non ci credo e non ci crederò mai.
E non posso credere che gli uomini permetteranno che la tua memoria sia riesumata per avidità, per orgoglio, per ignoranza, per incapacità di accettare e dichiarare che un sistema da milioni di euro sia fallito miseramente.
Beh… ora ti saluto caro Marco e spero con tutto il cuore che almeno tra gli Angeli tu possa essere libero di sfidare la forza di gravità come facevi quando ti alzavi sui pedali e la tua gente urlava di gioia pura.
Mi chiedi cosa dice la gente? La gente, tutta, ti ha sempre amato, ti ha sempre stimato.
E poi alla fine sai che ti dico, ma chi se ne frega di quello che dice la gente! Tu hai avuto il potere di entrare nel ricordo, quel ricordo che farà sempre battere il cuore di chiunque.



banner1

Media 4.00 su 5


Lascia un commento

Il tuo indirizzo mail non sarà pubblicato!


*