BLOG : La voce di quasi tutti

«

»

Nov
27

« Aria d’antico con spruzzi di nuovo »

O


rmai partiti e movimenti politici, vanno sempre alla ricerca di slogan o sostantivi che ne identifichi l’appartenenza ; difatti il compagno si identificava al vecchio Pci, camerata reminiscenze del ventennio con il Msi ; così via dicendo.
Per gli slogan, ci vogliono i tomi della Treccani per metterceli tutti, come pure per i vari simboli usati a mo’ di stemma gentilizio per farsi riconoscere ; ma di gentilizio hanno ben poco visti certi fatti.
Or per le prossime politiche un movimento tra i più vispi, nel parterre politico o pseudo tale, i nomati al parlamento avranno l’appellativo di “cittadino/a”, stile rivoluzione francese, il manifesto da seguire pedissequamente dal Robespierre di turno ; e una leggera sfrondadina alle prebende.
Difatti il fortunato precario e/o COCOPRO e/o cassaintegrato, che vince il terno al lotto lo scranno e prebende varie che mai si sarebbe sognato di averle ; vero è che fanno il gesto simbolico di dimezzare l’indennità, alla quale gli attuali della Casta hanno fatto orecchie da mercante.
La spruzzatina di nuovo, è che da tempo si usano anglicismi tecnici e nel modo di parlare, dando per scontato che dopo la lingua madre italiana il resto del paese sappia l’inglese “come niente anfusse” (alla Nino Manfredi).
Già non abbiamo la totalità dei cittadini informatizzata, dimestichezza per l’uso di tale mezzo sarebbe già tanto dire il 50% ; usare tale mezzo poi per far politica sarebbe come escludere una gran parte dei cittadini che verrebbe rottamata d’uffici dai baldi giovani.
Fare poi un manifesto sotto l’insegna : “Not in my name”(non in mio nome) di ben 28 punti, ha decisamente surclassato, il povero Mosè, che scese con le tavole della legge dal monte Sinai, con un risicato decalogo.
Ma ormai la politica o il movimentismo è così, un allegro teatrino dove i cittadini pagano fior di quattrini, per vedere delle nullità o ancor peggio dei parassiti che allungano le mani senza ritegno sul denaro pubblico.
C’è voglia d’aria nuova, ma ancora non se ne sente l’arrivo.

OkNotizie

Media 4.78 su 5
Share


Lascia un commento

Il tuo indirizzo mail non sarà pubblicato!


*