BLOG : La voce di quasi tutti

«

»

Dic
15

ARSENIO LUPIN DEL LECCA LECCA di Stefano Clerici


ORA DI PUNTA


“Una volta c’era Tangentopoli”, ora siamo arrivati ad “Accattonopoli”. E’ uno dei tanti commenti che abbiamo ascoltato man mano che le agenzie di stampa diffondevano i particolari sull’ultimo scandalo in Regione Lombardia, quello che vede al momento indagati ben 40 consiglieri di Pdl e Lega e che, molto probabilmente, coinvolgerà presto anche consiglieri di altri partiti al “Pirellone”.
Quando scoppiò il primo “bubbone” sui finaziamenti ai politici – quello di Luigi Lusi, l’ex tesoriere della Margherita accusato di aver sottratto alle casse del suo defunto partito oltre venti milioni di euro – pensammo di trovarci di fronte probabilmente a un ladro (sempre fatta salva la presunzione d’innocenza), come dire?, d’alto bordo. Una sorta di Arsenio Lupin che aveva realizzato il colpo della vita, arraffando un malloppo che gli aveva consentito di comprare immobili di prestigio e fare notevoli investimenti. Perfino Francesco Fiorito, il capogruppo pdl alla Regione Lazio finito in carcere per peculato, con i soldi ricevuti dalla Regione per scopi istituzionali aveva acquistato una villa al Circeo, automobili e fuoristrada e aperto cospicui conto correnti in Spagna.
Ebbene, ora, in questa ultima inchiesta lombarda che cosa scopriamo? Che i consiglieri in questione (tra i quali nomi noti come Nicole Minetti o Renzo Bossi detto “il trota”) spendevano – sempre secondo l’accusa – i soldi pubblici per videogiochi e degustazioni di vini, sigarette e bibite, lecca lecca e gratta e vinci, megacene per amici (pare che uno abbia le ricevute di quattro ristoranti diversi, tutte con la stessa data) e perfino cocktail, cappuccini e brioches.
Più che Arsenio Lupin, questi signori ricordano il Totò di “Guardie e ladri”. C’è una cosa, poi, che ci preoccupa: se dovessero risultare colpevoli i Lusi o i Fiorito, lo Stato avrebbe beni materiali da confiscare a copertura del danno. Ma come si recuperano i cappuccini, i lecca lecca e i gratta e vinci?

Media 3.00 su 5
Share


Lascia un commento

Il tuo indirizzo mail non sarà pubblicato!


*