BLOG : La voce di quasi tutti

«

»

Nov
19

Attenti al lupo di Stefano Clerici


ORA DI PUNTA


Il Cavaliere è come il lupo: perde il pelo (salvo poi farselo trapiantare) ma non il vizio. Nella (quasi) idilliaca cerimonia del passaggio di consegne a Palazzo Chigi il Cavaliere si mostra un “agnellino” di fronte al suo successore Mario Monti. Sorride e scherza (senza nemmeno far le corna) consegnando al neo primo ministro la fatidica campanella con cui si dà inizio alle riunioni di gabinetto. Il clima appare di grande cordialità. Si arriva perfino a sentire l’ex capo del governo affermare che con Monti “siamo in buone mani”. Calorosi complimenti e brindisi. Che bella scena, dopo tanti anni di veleni.
Ma non passano neppure ventiquattr’ore ed ecco che la natura del lupo torna a farsi prepotentemente viva. Riunito con i senatori del suo partito l’ex presidente del consiglio dice che “il governo di Mario Monti rappresenta una sospensione certamente negativa della democrazia”.

Media 4.00 su 5
Share


Lascia un commento

Il tuo indirizzo mail non sarà pubblicato!


*