Gianni Di Quattro

Gianni Di Quattro

Dettagli sull'autore

Nome: Gianni Di Quattro
Data di registrazione: 16 giugno 2014

Ultimi post

  1. Il dubbio — 18 aprile 2018
  2. Le riflessioni di Gianni Di Quattro — 16 aprile 2018
  3. Gli aspetti formali delle istituzioni — 13 aprile 2018
  4. Le riflessioni di Gianni Di Quattro — 10 aprile 2018
  5. Le riflessioni di Gianni Di Quattro — 9 aprile 2018

Post più commentati

  1. Le riflessioni di Gianni di Quattro — 2 commenti
  2. Le riflessioni di Gianni Di Quattro — 1 commento
  3. Politicamente parlando di Gianni di Quattro — 1 commento

Lista post dell'Autore

Apr
18

Il dubbio

Penso e quindi sono, diceva Cartesio. Forse bisognerebbe aggiungere un importante corollario e cioè dubito e quindi ragiono. Infatti solo il dubbio spinge a riflettere, a pensare, a ragionare sulle cose con apertura e con disponibilità. Pensare e ragionare per pregiudizi, Sorgente: Il dubbioContinua a leggere …



Apr
16

Le riflessioni di Gianni Di Quattro

Il bello è che molti cittadini avevano deciso di cambiare il loro voto per cambiare il paese e uscire da faide e vecchie politiche e adesso si ritrovano in una situazione che rappresenta la più straordinaria immagine del passato politicamente parlando con in più insulti, rancore e odio come mai prima. e forse con un livello di…



Apr
13

Gli aspetti formali delle istituzioni

Le istituzioni di uno Stato, a tutti i livelli e soprattutto nei suoi vertici, esercitano la loro funzione dentro le regole fissate dalla Costituzione e dal diritto positivo, ma anche seguendo le regole della prassi. Sorgente: Gli aspetti formali delle istituzioniContinua a leggere …



Apr
10

Le riflessioni di Gianni Di Quattro

Mi sembra inevitabile e soprattutto opportuno, almeno sino alla conclusione della crisi politica, tacere ed osservare quello che succede. commentare strada facendo a questo punto è inutile data la dinamica giornaliera imprevedibile della situazione che fotografa solo desideri di conquista dei contendenti principali e non elaborazione di teorie politiche o di progetti sociali. inoltre eventuali commenti che cercano…



Apr
09

Le riflessioni di Gianni Di Quattro

La crisi parla. Berlusconi si batte come un leone, Salvini sta cercando di vincere senza stravincere almeno in questo momento, Di Maio si muove come se avesse visto la Madonna, il PD almeno in gran parte muore dalla voglia, Renzi cerca di resistere ma comincia a dimostrare qualche cedimento, Mattarella aspetta, i giornalisti inventano perchè devono riempire pagine…



Apr
07

Le riflessioni di Gianni Di Quattro

Nel movimento 5 stelle il leader è Di Maio, ma il capo è Davide Casaleggio che esercita in nome del padre e Grillo è il padre putativo, il santone cui come al vecchio nonno di casa bisogna lasciare qualche soddisfazione. il movimento ha ramificazioni conosciute e sconosciute, supporti strategici conosciuti e sconosciuti e tende a realizzare una rete…



Apr
06

La democrazia apparente

Tante cose possono sembrare quello che non sono. Soprattutto quando in una società si verificano fenomeni di cambiamento forti e radicali e di cui, come è naturale, non tutti se ne rendono conto Sorgente: La democrazia apparenteContinua a leggere …



Apr
05

Le riflessioni di Gianni Di Quattro

Penso che si stia marciando in cambio di denaro (elargito non importa come al Nord e al Sud ma allo scopo di illudere) verso la cancellazione di diritti, verso una nuova forma di fascismo, verso la conservazione di una società corrotta sempre più lontana dalla cultura, verso la leadership di capipopolo senza visione e senza progetti, prigionieri…



Apr
04

Perché i giovani non si incazzano?

Il rapporto tra le generazioni è stato sempre conflittuale ed è nella natura che lo debba essere. È naturale, infatti, che quelli delle generazioni più vecchie tendano a mantenere e controllare il potere e più semplicemente a influenzare accadimenti e speranze, Sorgente: Perché i giovani non si incazzano?Continua a leggere …



Apr
03

Le riflessioni di Gianni Di Quattro

I sondaggi in America dicono che i repubblicani all’80% sono per Trump che comunque in generale continua a crescere nei sondaggi. questo conferma una volta di più che la gente segue l’uomo forte, quello che fa il capo e dice di esserlo, quello che non importa quello che fa ma che comunque fa e soprattutto dice gridando…