Gianni Di Quattro

Gianni Di Quattro

Dettagli sull'autore

Nome: Gianni Di Quattro
Data di registrazione: 16 giugno 2014

Ultimi post

  1. Le riflessioni di Gianni Di Quattro — 5 agosto 2017
  2. Le riflessioni di Gianni Di Quattro — 4 agosto 2017
  3. Le riflessioni di Gianni Di Quattro — 3 agosto 2017
  4. Le riflessioni di Gianni Di Quattro — 2 agosto 2017
  5. Le riflessioni di Gianni Di Quattro — 31 luglio 2017

Post più commentati

  1. Le riflessioni di Gianni di Quattro — 2 commenti
  2. Le riflessioni di Gianni Di Quattro — 1 commento
  3. Politicamente parlando di Gianni di Quattro — 1 commento

Lista post dell'Autore

Ago
05

Le riflessioni di Gianni Di Quattro

dietro a tante organizzazioni di volontari di tutti i tipi e per tutti gli interventi, si nascondono speculatori e strutture criminali. questa non è una affermazione originale perchè provata sia a mare (gli ONG) che per terra da Roma a Catania, dalla Calabria a Milano. riguarda l’assistenza agli immigrati, ai poveri, agli anziani e ad altri…



Ago
04

Le riflessioni di Gianni Di Quattro

la parte di popolazione che ogni giorno di più si astiene nel senso che non partecipa alla politica del paese e non vota è quella che fa parte dello strato socio economico più basso. questo avviene nel nostro paese ma non solo. si crea dunque una “diseguaglianza politica” in cui la parte che partecipa ha voce e ottiene…



Ago
03

Le riflessioni di Gianni Di Quattro

Ad un certo punto della vita, quando gli anni passano, ciò che è stato reale e ciò che è stato immaginario tendono a confondersi, a creare il cosiddetto vissuto, che è appunto tutto ciò che è accaduto o che si è semplicemente sognato che si mescolano , perchè la nostra vita non è solo quella reale, ma la…



Ago
02

Le riflessioni di Gianni Di Quattro

Decidere di abolire tutto l’ambaradan normativo e burocratico costruito per proteggere la privacy forse significherebbe uscire dalla ipocrisia. in fondo è una specie di illusione quella di essere protetti in un momento in cui la tecnologia ha dimostrato che non è più possibile, come chi dietro a un velo trasparente pensa di non essere visto. poi, diciamocelo, alla…



Lug
31

Le riflessioni di Gianni Di Quattro

La cosa migliore per questo mese di Agosto che sta arrivando è coltivare fantasia (letture e spettacoli), amicizia (umanità e sicurezza), bellezza (colori e speranza), gusto (il buon mangiare e bere) ed anche amore (per chi vuole e soprattutto può) soprattutto dimenticare che questo paese sta affondando e che sempre più è nelle mani di dilettanti manovrati…



Lug
28

Le riflessioni di Gianni Di Quattro

Se la Francia nazionalizza l’azienda STX che è ora (perchè acquistata dai coreani) di Fincantieri esercitando un diritto di nazionalità, l’Italia potrebbe nazionalizzare per ritorsione la Telecom Italia solo che loro sanno come si fanno queste cose noi abbiamo governo, parlamento, TAR, consiglio di stato, corte costituzionale, commentatori, partiti, tribunali vari, ministeri vari,e alla fine lasciamo perdere per…



Lug
27

Pensieri estivi

In estate si pensa in modo diverso. I pensieri sono più corti, spesso si interrompono e poi non sempre si riesce a riprenderli perché si disperdono facilmente, in generale sono più leggeri e quando diventano più profondi una specie di scatola Continua a leggere …



Lug
22

Olivetti. Dimenticare?

La Olivetti da sempre è un esempio di imprenditoria e negli ultimi tempi il dibattito sulla sua storia si è andato infittendo, forse anche a causa delle incertezze del momento sul ruolo della impresa Continua a leggere …



Lug
19

Le riflessioni di Gianni Di Quattro

Le democrazie resistono meglio alle crisi rispetto alle dittature. perchè i governi possono cadere e si possono cambiare senza che il popolo vada per strada e quindi con meno traumi ma adesso la democrazia è superata dai regimi ibridi (come le automobili proprio). questi regimi sono nati dopo la caduta del muro di Berlino nelle repubbliche ex sovietiche…



Lug
17

Il baule dei ricordi. Quando giocavamo ad essere grandi

Il mondo delle Università negli anni 50 era pieno di giovani che cercavano di studiare come ora e come sempre, ma che si appassionavano anche alla società, alla politica, alla loro evoluzione.Nelle Università si erano create formazioni politiche Continua a leggere …