The Vision

The Vision

Dettagli sull'autore

Nome: The Vision
Data di registrazione: 30 Settembre 2018
URL: https://thevision.com

Ultimi post

  1. L’anti-salvinismo è una copia dell’anti-berlusconismo. E come questo fallirà. — 15 Gennaio 2019
  2. Salvini, il ministro che cambia divisa come fosse una Barbie — 11 Gennaio 2019
  3. M5S e Lega non stanno combattendo la povertà, ma i poveri — 10 Gennaio 2019
  4. L’insopportabile ipocrisia di chi ieri faceva l’anti-casta e oggi è la Casta   — 4 Gennaio 2019
  5. Perché Sergio Mattarella è l’uomo dell’anno — 3 Gennaio 2019

Lista post dell'Autore

Gen
15

L’anti-salvinismo è una copia dell’anti-berlusconismo. E come questo fallirà.

Sorgente: Credo che ce lo ricordiamo più o meno tutti, tranne forse gli eremiti o i nati nel Ventunesimo Secolo che non hanno avuto la fortuna di assistere a questo spettacolo, il periodo in cui Silvio Berlusconi era una specie di generatore automatico di gag del Bagaglino Continua a leggere …



Gen
11

Salvini, il ministro che cambia divisa come fosse una Barbie

Il cappellino della polizia, il giubbotto dei carabinieri, la felpa dei pompieri, la spilla della guardia forestale: il ministro dell’Interno non perde l’occasione per rimarcare un’appartenenza non richiesta e, soprattutto, inappropriata. Perché Salvini non fa parte delle forze dell’ordine, Continua a leggere …



Gen
10

M5S e Lega non stanno combattendo la povertà, ma i poveri

Da qualche mese a questa parte, cioè dall’ascesa del nuovo governo al potere, c’è nell’aria una volontà implicita di stigmatizzare gli atti di umanità. Nell’era giallo-verde il bene viene seguito da un asterisco, è ondivago e può persino rappresentare un ostacolo politico. Continua a leggere …



Gen
04

L’insopportabile ipocrisia di chi ieri faceva l’anti-casta e oggi è la Casta  

Non è facile smettere i panni degli urlatori, camuffare la natura di chi nasce per andare contro qualcosa o qualcuno, e non per costruire. Così la Lega e il M5S, volenti o nolenti, si sono ritrovati a svolgere un ruolo che rappresenta un unicum nella storia politica italiana Continua a leggere …



Gen
03

Perché Sergio Mattarella è l’uomo dell’anno

Nel IV secolo d.C., l’imperatore Costantino fu costretto ad arginare l’avanzata dei barbari contro l’impero romano. Inizialmente combatté contro i loro eserciti, ma poi si rese conto di dover attuare una strategia politica diversa, più lungimirante. Continua a leggere …



Dic
21

La grillina Mara Lapia dice di essere stata aggredita. 5 testimoni dicono di no.

C’è stata la volta dei tecnici del ministero dell’Economia e delle Finanze accusati di aver modificato le cifre del decreto dignità. Poi il capolavoro della “manina”, per la quale la Procura della Repubblica sta ancora aspettando la denuncia di Luigi Di Maio. A Sorgente: La grillina Mara Lapia dice di essere stata aggredita. 5 testimoni dicono di no.Continua a leggere …



Dic
20

Se un politico parla “da papà” è perché non sa quello che dice

“Salvini batte la grancassa ogni giorno…” In Israele, Matteo Salvini ha fornito un compendio sul suo personalissimo modo di gestire la comunicazione nelle vesti di ministro della Repubblica. Appena arrivato, in un tweet ha definito “terroristi islamici” i miliziani di Hezbollah Continua a leggere …



Dic
18

Chi crede che Roberto Fico sia di sinistra non ha idea di cosa sia la sinistra

La Casaleggio Associati, unico vero guru del M5S, non pecca certo in termini di strategia comunicativa. Probabilmente, per far digerire ai suoi elettori l’alleanza con la Lega, la deriva destrorsa che ha infettato il Movimento e ha sancito la fine degli arabeschi intorno al “mai come gli altri, mai con gli altri” Continua a leggere …



Dic
14

Essere poveri non è una colpa. È una condizione.

Considerare i poveri pigri e poco intelligenti è un pregiudizio di molti. Margaret Tatcher definì la povertà come un difetto del carattere. Purtroppo, di questi tempi, è opinione più diffusa di quanto si possa pensare, che i poveri siano in qualche modo responsabili della propria condizione Continua a leggere …



Dic
12

I migranti sono un capro espiatorio. Il nemico del governo è la cultura.

La portata socialmente devastante del “Decreto sicurezza”, appena diventato legge dello Stato, risiede in particolare nella volontà – chissà quanto inconsapevole – di colpire il concetto stesso di integrazione:  un programma che questo governo sta portando avanti con incessante zelo. Sorgente: I migranti sono un capro espiatorio. Il nemico del governo è la cultura.Continua a leggere …