BLOG : La voce di quasi tutti

Ott
12

Perché Casaleggio non può continuare a tenere il M5s soggiogato alla “democrazia digitale”  

Davide Casaleggio, il gestore della piattaforma Rousseau, supporto del Movimento 5 stelle , ha rotto la sua proverbiale riservatezza con una fluviale dichiarazione, resa pubblica sul blog del movimento, con la quale dichiara che, se il M5s dovesse diventare un partito, lui non gli fornirà  più il suo supporto Sorgente: Perché Casaleggio non può continuare a tenere il M5s soggiogato allaContinua a leggere …



Ott
10

I furbetti del bonus graziati dalla Lega

Vi avevamo raccontato di come i parlamentari Andrea Dara e Elena Murelli dopo aver preso il bonus 600 euro erano silenziosamente stati fatti rientrare nei ranghi della Lega. Oggi il Fatto elenca tutti i leghisti che nonostante aver percepito il bonus per le partite IVA non hanno usbito alcuna punizione da parte del loro partito Sorgente: I furbetti del bonus graziatiContinua a leggere …



Ott
08

Tutti pazzi per la Cdu. Fabbrini spiega la corsa di M5S e Lega verso il Ppe  

Dalla nuova leadership della Cdu tedesca dipendono le sorti dell’Ue, del Ppe, e della politica italiana. Se vince Laschet, i Cinque Stelle possono entrare nei popolari, la Lega no. A meno che Zaia… Sorgente: Tutti pazzi per la Cdu. Fabbrini spiega la corsa di M5S e Lega verso il PpeContinua a leggere …



Ott
08

Perché Casaleggio non può continuare a tenere il M5s soggiogato alla “democrazia digitale”  

Davide Casaleggio, il gestore della piattaforma Rousseau, supporto del Movimento 5 stelle , ha rotto la sua proverbiale riservatezza con una fluviale dichiarazione, resa pubblica sul blog del movimento, con la quale dichiara che, se il M5s dovesse diventare un partito, lui non gli fornirà  più il suo supporto. Sorgente: Perché Casaleggio non può continuare a tenere il M5s soggiogato allaContinua a leggere …



Ott
07

Salvini, il cluster di Terracina e il “pranzo della vittoria” che preoccupa la Lega

Oltre alla cena elettorale al ristorante Il Tordo di Terracina che ha dato origine ad un focolaio in cuiera presente anche Salvini che non ha ancora fatto il test del tampone e non si è sottoposto ad isolamento cii sono altre iniziative leghiste che destano preoccupazione Sorgente: Salvini, il cluster di Terracina e il “pranzo della vittoria” che preoccupa la LegaContinua a leggere …



Ott
06

Nel disastro del 2020, spunta un raggio di sole: i Cinquestelle non esistono più  

Casaleggio minaccia di abbandonare la creatura di suo padre, portandosi via il pallone. Gli sconosciuti che gli devono tutto gli rispondono come se fosse uno che passa di lì per caso. In fondo l’implosione è anche merito del Pd, che ha trasformato i piccoli masanielli in piccoli Roberto Speranza. Ma occhio adesso a non rianimarli Sorgente: Nel disastro del 2020, spunta un raggioContinua a leggere …



Ott
05

Cara Giorgia, a destra non va tutto bene. Il corsivo di Arditti 

Giorgia Meloni sa bene che la situazione a destra è tutt’altro che sistemata sotto il profilo politico, perché è lontana anni luce da una condizione di reale capacità di governare il sistema. Sorgente: Cara Giorgia, a destra non va tutto bene. Il corsivo di Arditti – Formiche.netContinua a leggere …



Ott
03

E se fosse il Pd ad avere cambiato linea su immigrazione, sicurezza e Ius soli? 

Ufficialmente, per i democratici, tutte le difficoltà sono colpa dei Cinquestelle, cioè del partito con cui ripetono di volersi alleare di qui all’eternità. Ma allora, delle due l’una: o pensano di fargli cambiare idea (e se non ora, quando?), o l’hanno cambiata loro Sorgente: E se fosse il Pd ad avere cambiato linea su immigrazione, sicurezza e Ius soli? – Linkiesta.itContinua a leggere …



Set
30

Dalla rete si legge Facebook di Franco Mirabelli

Non bastavano i lingotti d’oro, i diamanti in Tanzania, il tesoro di Radio Padania finito agli amici di Salvini e le lauree fasulle in Albania, no. Adesso nella Lega ci si riscoprirebbe anche agenti immobiliari: stando alla clamorosa inchiesta di “Presa Diretta”, parte dei fondi del partito, pari a 311.000 euro, sarebbe stata utilizzata per acquistare una…



Set
29

I Cinquestelle al bivio tra la strategia di Di Maio e il movimentismo di Di Battista (con l’incognita Grillo)  

Alessandro Di Battista è sceso sul piede di guerra dopo le recenti votazioni: ha dichiarato che le elezioni regionali rappresentano una sconfitta storica per il movimento 5stelle Sorgente: I Cinquestelle al bivio tra la strategia di Di Maio e il movimentismo di Di Battista (con l’incognita Grillo) – L’altroquotidiano.itContinua a leggere …