BLOG : La voce di quasi tutti

Ott
10

Dalla rete si legge Facebook di Anthony Emanuele Barbagallo

Le parole di Pif sulle orrende dichiarazioni pro-mafia della ex senatrice leghista sono davvero da incorniciare. Da leggere tutte, perché ne vale davvero la pena. “È da giorni che ripenso alla sua precisazione (della Maraventano, ndr), dopo il clamore suscitato: “È stata una frase infelice dettata dalla rabbia… per vecchia mafia intendevo la difesa del proprio…



Ott
09

Dalla rete si legge Facebook di Lorenzo Tosa

Giorni fa Rosita Celentano, figlia di Adriano, ha dichiarato orogliosa: “Sarò anch’io in piazza sabato. È un’occasione per ascoltare persone veramente competenti e oneste”. Tra le persone “veramente competenti e oneste” che saranno in ‪piazza San Giovanni sabato a Roma‬ per la “Marcia della liberazione”: Ci sarà lui, l’ex Generale Antonio Pappalardo, leader dei gilet arancioni, già rinviato…



Ott
08

Dalla rete si legge Facebook di Luigi Iovino

Vi mostro come il Partito di Giorgia Meloni inventa falsità sul Movimento 5 Stelle. Ecco una prova chiarissima di come FALSIFICANO una informazione. Questo post è stato pubblicato su uno dei loro profili, ma come al solito sono stati beccati a mentire! https://www.facebook.com/watch/?v=199808448052297Continua a leggere …



Ott
07

Dalla rete si legge Facebook di Emilio Mola

I Decreti “Sicurezza” di Matteo Salvini da questa sera non esistono più. Questi strumenti malati e perversi, creati sulla pelle di italiani e stranieri al solo scopo di aumentare il numero dei clandestini e quindi la percezione dell’insicurezza (da convertire poi in voti alla Lega), sono appena stati smantellati dal governo Conte. Al loro posto: nuove regole…



Ott
07

CAPITONE E QUEI FOLLOWER SOSPETTI SU FACEBOOK: UNO SU 5 HA NOME STRANIERO E NON RISPONDE AI MESSAGGI di Alessandro Sahebi

Sul processo di Catania gli utenti social appoggiano in massa Matteo Salvini. Come mai? Chiedetelo a Cvetanka, anziana signora abitante di Ocrida, nella Macedonia del Nord. Oppure al timido Hellal, ragazzo indiano con solo 11 amici su Facebook ma un grande interesse per la difesa dei confini italiani. E perché non chiedere a Lankoande cosa ne pensi…



Ott
06

Dalla rete si legge Facebook di Lorenzo Tosa

Dopo aver depositato la memoria difensiva dalla D’Urso e speso 100.000 euro per fare il martire della giustizia a Catania, Salvini chiude la sua settimana surreale in collegamento col proprio maggiordomo Giletti, passando la serata ad accusare chiunque senza contraddittorio: i giudici, Conte, Pd, Renzi, Azzolina, Speranza, la Lega Calcio, persino i centri per l’impiego. Quasi un’ora…



Ott
05

Dalla rete si legge Facebook Di Emilio Mola

1. Di quali reati è accusato Salvini? Del reato previsto dall’articolo 605 del codice penale comma 1 (sequestro di persona), comma 2 punto 2 (sequestro di persona commesso da un pubblico ufficiale con abuso di poteri e funzioni) e comma 3 (sequestro di minori). 2. Perché? Perché nel luglio del 2019 ha impedito per 5 giorni lo sbarco…



Ott
05

L’ESORCICCIO di Maurizio Corte

‘avvocato leghista Buongiorno difensore “dell’indifendibile” ha scritto, su un tweet, che una lastra da 50Kg, gli “ha schiacciato una gamba”. Ed ha mostrato la foto. Ho commentato: “Qual’è la diagnosi e la prognosi? Fai causa a Bonafede”. Leggo poi che, i medici, arrivati con un’ambulanza nei minuti successivi all’incidente, hanno medicato la Caviglia col ghiaccio. Quindi, non è stata schiacciata…



Set
30

Dalla rete si legge Facebook di Franco Mirabelli

Non bastavano i lingotti d’oro, i diamanti in Tanzania, il tesoro di Radio Padania finito agli amici di Salvini e le lauree fasulle in Albania, no. Adesso nella Lega ci si riscoprirebbe anche agenti immobiliari: stando alla clamorosa inchiesta di “Presa Diretta”, parte dei fondi del partito, pari a 311.000 euro, sarebbe stata utilizzata per acquistare una…



Set
29

Dalla rete si legge Facebook di Giancarlo Selmi

La signora nella prima foto pensó, qualche anno fa, che la storia e la geografía non fosse necessario studiarle e, su questa convinzione, costruí una riforma, votata da Lega e FdI. La signora nella prima foto pensó, qualche anno fa, che in una classe potevano starci 35 studenti senza problemi e, su questa convinzione, costruí una riforma…