Gen
21

LA PAGELLA di MARINA NERI

In ricordo del ragazzino migrante morto nel mare Egeo, che portava con sé la sua pagella. Non so se ti chiami Cristo, Yahweh oppure Allah, so solo che, come hai voluto e scritto, io oggi sono qua. Sono partito, in Te ho creduto, ho navigato, ho lottato, ero sfinito, sono annegato. Dimmi se ha un senso per… Continua a leggere …



Gen
16

Una sfida alla mercificazione  

In nome di Stefano Rodotà, in continuità con i referendum contro la privatizzazione dell’acqua e dei servizi pubblici locali e, soprattutto, a sostegno delle mille battaglie in corso per il riconoscimento dei beni comuni Continua a leggere …



Gen
10

Le biblioteche come punto di riferimento sul territorio  

La presenza di una rete diffusa di biblioteche pubbliche, accessibili per tutte le ragazze e i ragazzi, può dare un contributo importante nel contrasto alla povertà educativa. A maggior ragione se, come abbiamo avuto modo di raccontare Continua a leggere …



Gen
02

Forti delle nostre idee  

È una delle voci più note, non solo in Italia, del cosiddetto “teatro di narrazione”, ma a uno come Ascanio Celestini che non ama nessuna etichetta, quella definizione sta molto stretta Continua a leggere …



Dic
20

Quando le difficoltà economiche della famiglia portano all’abbandono scolastico  

L’abbandono scolastico non è un fenomeno indistinto. Colpisce in modo fortemente differenziato, con profonde disparità tra le diverse aree geografiche. Lo si vede a livello europeo, dove sono soprattutto i paesi dell’Europa meridionale Sorgente: Quando le difficoltà economiche della famiglia portano all’abbandono scolastico – OpenpolisContinua a leggere …



Dic
20

Umanesimo 4.0 e innovazione sociale  

Per correggere gli effetti negativi dell’economia dell’innovazione serve l’innovazione sociale. Infatti, è evidente che per realizzare il potenziale positivo della rivoluzione tecnologica in atto, accanto alla parola innovazione ci vuole necessariamente, e urgentemente, la parola sociale Continua a leggere …



Dic
14

Essere poveri non è una colpa. È una condizione.

Considerare i poveri pigri e poco intelligenti è un pregiudizio di molti. Margaret Tatcher definì la povertà come un difetto del carattere. Purtroppo, di questi tempi, è opinione più diffusa di quanto si possa pensare, che i poveri siano in qualche modo responsabili della propria condizione Continua a leggere …



Dic
13

Italiani delusi, sovranisti e col mito dei social. Il rapporto del Censis  

Sorgente: Spaventati, incattiviti e affetti da una sindrome acuta di sovranismo psichico. Non è proprio la migliore delle carte di identità per un Paese che è ancora la settima economia mondiale. Eppure, se l’indagine presentata questa mattina dal Censis, non mente, le cose stanno così. Continua a leggere …



Dic
13

Contro il dominio dell’automatico 

Trascorriamo la giornata guardando, ma siamo capaci di vedere qualcosa? Qual è il rapporto tra vedere e pensare? E in che senso la percezione è un problema politico? Il dominio degli stereotipi ci rende ciechi e ottusi Continua a leggere …



Dic
11

6 italiani su 10 non leggono. E questa politica ne è una conseguenza.

Gli italiani hanno un problema: non leggono. Il teorema “con la cultura non si mangia” è diventato la madre di tutte le giustificazioni, quindi se gli italiani scappano dai libri nessuno lancia l’allarme. Ma in realtà il quadro è ben più ampio ed è strettamente collegato alla società e alla politica. Continua a leggere …



Pagina 2 di 9012345...1015...Ultima »