BLOG : La voce di quasi tutti

«

»

Mar
07

« Che bella fauna tra politici, governatori, assessori ed altre specie »


Mentre il governo tecnico se la barcamena qua e là, e qualche volta s’impantana pure, la nostra fauna politi caci tiene sempre in allegra come se fosse un ‘Bagaglino’ aperto 24 su 24 ore ; ovviamente in perfetto stile bipartisan ci tengono tutti a fare il loro siparietto. Tanto per ritemprarsi, dal sudor di fronte, lunedì 5 hanno segnato un record di assenza, bel il 99% dei deputati era in altre faccende affaccendato, dove non ci è dato di saperlo, questi sono i misteri gloriosi della casta, leggi articolo.
Il senilvegliardo bofonchiante e sputacchiante, capo della tribù ramarro vestita dei cispadani, non perde il vizio di andarle a sparare qua e là, ma sempre rigorosamente al nord di Roma, al sud sarebbe accolto da una salva di pernacchie edoardiane, merita leggere l’articolo ed il video
così vi fate un idea della sua pochezza civile e politica.
Invece, quasi a tragedia greca, le esternazioni del segretario del Pdl Angelino Alfano : «Per sostenere Monti abbiamo pagato un dazio altissimo. Abbiamo perso un alleato, sacrificando i nostri interessi per il bene dell’Italia. Certo, il Pd non ha sconquassato un’alleanza» ; non si sa se ridere o piangere.
Invece a Milano in quel del Pirellone, soffia la bufera della magistratura, l’ufficio di presidenza del buon Formigoni su 5 ben 4 hanno a che fare con giudici e avvocati ; sembra quasi che il morbo della legalità stia facendo pulizia tra bancarotte, concussioni e finanziamento illecito dei partiti, ed altre amenità ; come suol dirsi il più pulito ha la rogna.
E sempre da quelle parti, per un impeto di produttività cispadana Doc, è stata lanciata un’interrogazione urgente per obiettivo: «Predisporre dei filtri che impediscano l’accesso ai social network dalle postazioni di lavoro di Regione Lombardia e delle società partecipate».
Ergo. vietati social network. adducendo delle risibili giustificazioni quali :
– «Il traffico dei dati derivanti da queste applicazioni produce conseguenze sul piano economico in termini di maggiori costi per l’ente pubblico».
– «pirateria informatica»,
– «furti d’informazioni»
– «danneggiamenti delle strutture»
– «rischi di contagio di virus informatici»
– «conseguenze legali per il rischio di download di materiale non consentito espone la pubblica amministrazione a forme di responsabilità per omesso controllo»
Omessa la peste nera e la febbre gialla, che si potrebbe contrarre navigando nelle acque infide della rete, ma forse più prosaicamente per non leggere le contumelie che gli arrivano dagli utenti.

OkNotizie

Media 4.50 su 5
Share


1 commento

No ping yet

  1. Avatar
    Angela Scaglione scrive:

    Mangia pane a tradimento

Lascia un commento

Il tuo indirizzo mail non sarà pubblicato!


*