BLOG : La voce di quasi tutti

«

»

Ott
26

« Che sia la volta buona ? »

L


A rete, all’annunzio cartaceo e poi video, dell’incommensurabile “Duce d’Arcore, del suo ritiro dando la benedizione per le primarie in quel del 16 dicembre ; ha dato la stura ai più inverecondi, mordaci, caustici e vetrioleschi saluti di commiato.
Non è stato come in quel di Novembre 2011, quando usci gatton gattoni, mentre di fuori la gente comune era in tripudio facendo i caroselli come se l’Italia avesse vinto chissà che cosa.
Adesso è la faida tra peones, In pole position è il segretario del Pdl Angelino Alfano, già incoronato dal B., ma se la deve vedere con altri pretendenti variegati vedi Alfano, Galan, Santanchè. Formigoni ed altri aspiranti al trono ; ma ancora non sia sa se resta Pdl o sarà un insalata mista di liste varie.
Tornando ai commenti, qualche chicca di Microsatira da FB :
– Berlusconi dà l’addio alla politica come gesto d’amore per l’Italia.
Come Armstrong al doping per amore del ciclismo.
– Berlusconi dà l’addio alla politica come gesto d’amore per l’Italia.
Come il Papa al denaro per amore dei poveri.
– Alle primarie del PDL potranno votare solo gli iscritti al registro degli indagati.
Mentre su Twitter, all’astag #menomalechesilviociao, ci vorrebbero i tomi della Treccani, giusto qualcuno :
– Si fa presto a dire silvio ciao. Ora che ne sarà delle nipoti dei caèi di statp che – arrivano in Italia senza documenti?
– Per amore dell’Italia… dovresti ridarcela l’Italia.
– Grazie, ora ci vorranno altri venti anni per tornare normali.
Comunque, i più ci credono, ma qualcuno come il vecchio rutteggiante sentenzia :«Si ritira? Non credo, ha un sacco di processi» ; e gli fa eco il buon curato del PD : «Aspettate a fare i titoli, non si sa mai»
Da parte mia, se son rose fioriranno, ma anche il lupo perde il pelo ma non il vizio.

OkNotizie

Media 4.67 su 5
Share


3 commenti

No ping yet

  1. Avatar
    gianni Di Quattro scrive:

    no, non credo, penso che voglia stare fermo un pò di mesi, dichiarare che è fuori e sopra le parti, aspettare l’esito dei processi, sistemare un pò di suoi affari e poi concorrere alla Presidenza della Repubblica

  2. Francesco Iagher
    Francesco Iagher scrive:

    Sarebbe il peggior incubo per il paese

  3. Avatar
    AlbertoK scrive:

    Vedi Fra, io non sono d’accordo sul focalizzare i problemi di una società su una persona. La condanna va al sistema, che non guarisce perché i dottori sono malati e i malati vogliono fare i dottori. Qui manca la disciplina e il rispetto sociale. Manca la condanna ferma e rigorosa alle cose che nn vanno e di peggio, mancano le punizioni, a volte definitive, per quelli che non sanno stare al loro posto. I responsabili amministrativi devono cacarsi addosso quando fanno qualcosa; il sistema sociale deve essere in grado di punire ed annientare le cose come le persone quando non funzionano e fanno danno.
    Le responsabilità vanno premiate quando funzionano e portano beneficio sociale, e nello stesso modo condannate e punite quando è evidente ed inoppugnabile la frode a carattere personale a danno della comunità. Che il Silvio sia malato di FIGHITE tutti lo sanno, ma non è solo LUI; quelli che gli stanno intorno? Che gli procurano il PELO? Quelli che si dividono le mazzette? Quelli che sfruttano i coinvolgimenti di altri per approfittare di un tacito e comune beneficio economico?
    Qui occorre tagliare i fili, tanti ed aggrovigliati, di questi burattini; non si sa più chi tira i fili e chi si muove per primo. Un burattino di destra è contento quando si muove il burattino di sinistra, cosi’ si muove anche lui. Ma chi ha tirato i fili? Poco importa; la scena deve essere sempre in movimento, il beneficio è per tutti quelli in scena.
    TAGLIAMO I FILI A TUTTI.
    Basta burattini e basta burattinai.
    Invece della sedia elettrica, facciamo una tribuna elettrica: li portiamo tutti a vedere l’incontro di calcio fighette contro froci (saranno tutti li allupati) e poi giù, diamo 2 megawatt e salutiamo tutti.
    Che ne dici di questa idea ??? L’ho letta sul manuale delle nuove generazioni che uscirà nel 2017 … ancora un po’ di tempo da aspettare.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo mail non sarà pubblicato!


*