BLOG : La voce di quasi tutti

«

»

Lug
10

« Chi sono i pupari dello spread ? »


Questo termine finanziario, sta imperversando per il paese creando i più foschi scenari, paventando l’apocalisse economica e per il quale qualcuno filò dalla porta di dietro quando s’impennò catastroficamente.
Ovviamente questo clima d’incertezza economica, è farcito di anglicismi che per i più sono oscuri significati portanti solo sventure e scatafasci a non finire, tipo il “downgrading” (declassamento) che è entrato nel lessico quotidiano sui giornali e TV.
Il nostro paese è come uno scolaretto a cui si danno i voti in base alle sue capacità, difatti il grado di affidabilità del nostro paese, viene indicato con classi corrispondenti alle lettere dell’alfabeto, e come nei voti della pagella anche da un segno più o da un segno meno ; quindi quando si ha la classe di rating AAA siamo dei bravi scolaretti.
Perché questo voto indica una buona affidabilità, mentre se la classe si abbassa a BBB cominciano i primi problemi, per poi tracollare con le lettere successive ; difatti quando si passa da una classe superiore ad una inferiore, viene declassato, quindi si subisce un downgrading di rating, che farà perdere fiducia da parte i mercati ed investitori.
Da una esaustiva intervista, del governatore della Banca d’Italia Ignazio Visco, al Corriere della Sera, sostiene che : “Soltanto duecento punti di spread sono colpa nostra, il resto è dovuto ai problemi comuni dell’euro” ; allora qualcosa non quadra in Europa, ma resta forte il dubbio della speculazione.
Tant’è, che sottolinea : “il mondo anglosassone della finanza non ci venga a insegnare nulla perché non è il caso”, quindi qualcosa in ombra esiste, ma quello che sarà difficile sapere, sono “i pupari” della speculazione, gli avvoltoi sempre pronti ad approfittare delle disgrazie altrui.
Ma oltre gli altri che ci tartassano, ci mettiamo del nostro con i sindacati, Confindustria e politici variegati ; tutti ad esternare sul governo sobriamente tecnico, tra le migliori esternazioni criptiche quella di Vendola : “ Quella di Monti è una impudicizia ambrosiana, sottovoce, che denota una robusta percezione di sè” ; se qualcuno l’ha capita io proprio no.

”intervista del governatore della Banca d’Italia Ignazio Visco”

OkNotizie

Media 4.50 su 5
Share


1 commento

No ping yet

  1. Avatar
    Anna Mazzone scrive:

    siamo tutti burattini…

Lascia un commento

Il tuo indirizzo mail non sarà pubblicato!


*