BLOG : La voce di quasi tutti

«

»

Dic
06

Come se fosse antani


Se la politica fosse una cosa seria i risultati delle primarie vedrebbero cadere il governo della città di Firenze. Non per la sconfitta del suo candidato sindaco, ma per le posizioni assunte da vari componenti che si sono dichiarati bersaniani doc. E comunque non è una semplice appartenenza ad un candidato all’altro, ma le varie dichiarazioni fatte da alcuni esponenti del PD i quali bollavano Renzi di utilizzare Firenze per un suo personalissimo tornaconto “politico”. Eppure a distanza di due giorni non mi sembra che sul tavolo ci siano dimissioni o allontanamenti dal gruppo dirigente tali da far cadere la giunta. Ognuno di loro, dopo aver tuonato contro il sindaco ma sopratutto candidato del partito, è rimasto sul proprio scranno come se nulla fosse. Lo stesso Renzi però non mi sembra che abbia preso decisioni drastiche nei confronti dei “sovversivi” che comunque si ritrova di fronte ad ogni consiglio comunale. Dopo il discorso di fine campagna Renzi e tutto il suo entourage hanno dichiarato di aver aperto un nuovo ciclo, che ripartiranno da li, da quel milione di voti per andare….dove? Il peso politico di Renzi è indubbio ma lo strascico di nemici che si è fatto lungo il cammino, sopratutto interni al partito, non mi sembra una cosa tale che gli permetta di dormire sonni tranquilli. I dinosauri che lui voleva rottamare sono già all’uscio a mendicare l’obolo per la collaborazione e non mi sembra che dai discorsi fatti il giovane sindaco ne abbia troppa voglia di stare insieme. Questa forse è proprio la prerogativa della politica attuale: cercare di creare piccoli Conti Mascetti che con una supercazzola e un come se fosse antani, abbindolano l’elettore assetato di leadership facendogli perdere il totale contatto con la realtà. La bolla Renzi si è subito sgonfiata il Lunedi dopo, l’aria di rinnovamento si è trasformata in un venticello tiepido odorante di foglia secca, e su tutti i social network è calato il silenzio. E se da un lato assistiamo al crollo delle strutture in città, statene certi che gli occupanti di Palazzo Vecchio guarderanno bene dallo spostarsi dalle loro posizioni di privilegio, anche se chi li comanda non è più il loro sindaco. Caro Matteo inizia da loro a fare pulizia, o forse sei solo un ispettore tombale con fuochi fatui che resta quintana o setta?

Media 4.33 su 5
Share


Lascia un commento

Il tuo indirizzo mail non sarà pubblicato!


*