BLOG : La voce di quasi tutti

«

»

Lug
09

Confindustria “gruppettara”? di Nuccio Fava


ORA DI PUNTA


Non era mai accaduto che un presidente di Confindustria si ponesse in concorrenza con gli estremismi verbali alla Grillo, degni del peggiore qualunquismo populista. Il presidente Monti li ha elencati con precisione e ironia di fronte ai giornalisti che lo intervistavano durante il forum di Parigi dedicato ai problemi dell’economia, e non si è trattato di una bella pagina per il nostro paese. Anche il linguaggio è parte rilevante delle relazioni tra i diversi soggetti sociali e istituzionali, specie se si tratta del mondo delle imprese e di quello del governo e della vita politica in genere. Si rischia di passare dalla naturale dialettica e dal legittimo dissenso, al terreno delle chiusure e degli scontri immotivati, fino addirittura agli insulti. Il danno che ne deriva è grande per tutto il paese, non solo a livello centrale, ma distorsivo dei rapporti anche con i sindacati dei lavoratori, sollecitati ad una gara a chi le spara più grosse. Sono gli imprenditori che dovrebbero rapidamente correggere questo stato di cose davvero sgradevole. E’ indispensabile specie in un momento in cui il governo tenta una difficile operazione di tagli e razionalizzazione della spesa pubblica ed è impegnato – con i paesi dell’Euro zona – a rendere operativa la politica per la riduzione dello spread e l’avvio della prospettiva degli Eurobond.

Media 3.00 su 5
Share


Lascia un commento

Il tuo indirizzo mail non sarà pubblicato!


*