BLOG : La voce di quasi tutti

«

»

Feb
11

Cosa fare in cabina


Ultimamente sia per strada sia per internet, dagli amici mi sento rivolgere l’accorata domanda: “Massi per chi si vota?”. Innanzitutto vi ringrazio di cuore per la considerazione, ma credo di essere il meno esperto della cosa politica, basta leggere i post che si sono succeduti su questo blog per capire una certa tendenza all’anarchia più assoluta. Anarchia non dettata da una voglia di non-regole bensì un anarchia dettata dalle figure che okkupano le sedi della politica italiana e che ci hanno portato in questa caduta libera verso il basso. Io credo che il 24 Febbraio dentro la angusta cabina elettorale ognuno di noi sia veramente davanti a se stesso e un pò davanti al proprio futuro. E’ anche vero che un grande vantaggio ai politici lo diamo noi stessi con la nostra scarsa memoria e la nostra scarsa propensione a rinunciare ai nostri credi oramai annacquati da una mescolanza di elementi i quali non legheranno mai tra di loro. Guisto per fare un esempio fino a 25 anni fa i comunisti non sarebbero mai andati d’accordo coi democristiani eppure oggi vanno a braccetto.
Ognuno di voi dovrà leggersi un pò dentro e chiedersi cosa vuole fare, “tappandosi” il naso parafrasando una celebre frase di Montanelli.
Provieni dalla sinistra, sei stato comunista, socialista? Oggi hai il PD che ti rappresenta, quello stesso PD nato dalle ceneri del PCI e che oggi ingloba tantissimi democristiani insieme ai radicali (si fa per dire) di sinistra rappresentati da Vendola, e che in queste elezioni hanno fatto confluire anche movimenti rappresentati da ex magistrati, Ingroia, o ex di pietristi, Tabacci, tutti in cerca di una poltrona per sedersi al lauto banchetto della politica. Ma quello che dovrebbe far suonare il campanello d’allarme all’elettore di sinistra è lo scandalo Monte dei Paschi, una vera e propria scatola cinese che rappresenta quanto più squallido potesse fare un partito che si erge alla difesa del popolo “proletario”.
Provieni dalla DC e non ti piace Vendola & Co ma sei troppo bacia pile per andare da Berlusconi ed hai sbattuto la testa di recente perdendo completamente la memoria a breve termine? Per te arriva la new entry Lista Civica Monti la quale si erge da accusatrice contro il governo uscente rappresentato dal gemello di Monti e sostenitrice che la politica del PD e PDL non è politica ma solo una corsa all’arraffare l’arraffabile. Nel dubbio e per quei pochi rimasti, Monti si tira dentro anche Casini e Fini i quali, con il loro sparuto manipolo di seguaci, stavano prendendo sempre più le sembianze dei figli di Abramo alla ricerca della terra promessa.
Sei di centro destra, fascista, socialista, democristiano (questi si sono diluiti un pò su tutti i fronti), liberale? Fino a due mesi fa non avevi nessuno che ti potesse rappresentare e ti eri già messo sulla scia dei figli di Abramo fino a quando il messia di codesta fazione è riapparso magicamente resuscitato dal novello Piegesù Bersani il quale, in mancanza di argomenti veri, ha rispolverato il suo programma elettorale con un solo articolo: l’antiberlusconismo. Dunque caro elettore di centro destra hai di nuovo il tuo leader… e basta perchè il resto sono solo comparse e figuranti. Avresti un alternativa con Fratelli d’Italia della coppia Meloni Crosetto, ma anche li la valenza politica si attesta sui numeri di Vendola…
Vero outsider di queste elezioni sarà il movimento di Grillo e dei suoi seguaci, i quali giocheranno un ruolo fondamentale sugli indecisi e gli schifati i quali sono già ad un buon 35% (inclusi chi si asterrà) quindi fino alla fine un’incognita vera ed anche destabilizzatrice per mandare a casa il resto dei teatranti. Detto così sembrerebbe tirare una volata al comico genovese, in realtà è più un invito ad un’anarchia con un nome ma che nella sostanza dirotterà i danari della spesa pubblica dai soliti noti a nuovi volti.
Mi sono dimenticato di qualcuno? Forse, ma sono talmente tanti quelli che si sono presentati che è difficile seguirli tutti e comunque sarebbero facenti parte di quel calderone che non porterà nessuna acqua al mulino. In soldoni starà solo a te all’interno della cabina con il tristissimo lapis a dare un futuro a questo sgangherato paese, se di futuro possiamo parlare.

Media 4.00 su 5
Share


Lascia un commento

Il tuo indirizzo mail non sarà pubblicato!


*