BLOG : La voce di quasi tutti

«

»

Ago
17

Dalla rete si legge Facebook di Cathy La Torre


C’è Andrea Dara, deputato della Lega, che non lo sapeva.
Colpa di sua mamma: “Non sapevo del bonus, è stato accreditato sul conto gestito da mia madre”.
Come il soldi in Svizzera della mamma di Fontana insomma.
La mamma è sempre la mamma.
Elena Murelli, sempre deputata della Lega, aveva definito il bonus “un’elemosina”.
Poi è andato a prenderselo.
Riccardo Barbisan, consigliere della Lega in Veneto, ha detto che è stato il suo commercialista: “Gli ho detto ‘per carità non farlo più’”.
Alessandro Montagnoli che è di Sel, no scherzo è ovviamente della Lega, ha detto che è stata la moglie a chiedere il Bonus.
Mentre Gianluca Forcolin, che è casualmente della Lega, da la colpa alla socia tributarista.
“Ha presentato la domanda senza che lo sapessi”.
Eh già, tutti sfortunati.
Matteo Gagliasso, che invece che della Lega è della Lega, dice che glielo ha suggerito il commercialista.
Ma lui non ha voluto.
Mentre Stefano Bargi, che è della Lega, dice che lo ha chiesto da imprenditore della ristorazione. Evidentemente quando fa l’imprenditore non usa i soldi da consigliere regionale.
Si sdoppia.
Il mio preferito è però Ubaldo Bocci: “Ho preso i soldi per provocazione”.
Ecco, la Lega di bello ha questo.
Fa le peggio cose.
Da sempre.
Ma la colpa è sempre di qualcun altro.
Vive a sua insaputa.
Ma vuole governare il Paese.

Media 4.00 su 5
Share


Lascia un commento

Il tuo indirizzo mail non sarà pubblicato!


*