BLOG : La voce di quasi tutti

«

»

Gen
19

Dalla rete si legge Facebook di Antonio Lusi

dallarete01


Aiutare i cittadini in difficoltà economica, non solo è giusto ma sacrosanto. L’attuale governo, ritiene di raggiungere quasto scopo attraverso il reddito di cittadinanza, ovvero un contributo che consenta alle persone meno abbienti di arrivare a percepire un reddito pari a 780 euro.
Una volta che il cittadino riceverà questo contributo, dovrà impegnarsi 8 ore alla settimana per lavori socialmente utili in attesa che il “navigetor” gli proponga 3 possibilità di lavoro che potrà accettare o rifiutare. Se le rifiuta perderà il reddito.
Riceverà il denaro su una carta tipo bancomat e potrà spenderli solo per spese di prima necessità. Dovrà necessariamente spenderli nel mese corrente pena l’azzeramento della carta.
Mi chiedo quindi, se lo stato è in grado di proporre 3 posti di lavoro a testa a circa 5.000.000 di persone, perché non lo fa direttamente senza passare per il reddito? tutti questi posti di lavoro in particolare al sud dove sono? a leggere tutti i dati economici e di produttività industriale, sembrerebbe che non siamo messi poi così bene, tant’è che siamo a rischio dell’ennesima recessione economica.
Qualcuno potrà dirmi bhe almeno ci stanno provando ed io risponderei che stanno illudendo a meno che non siano dei geni assoluti.
Qualcuno poi dovrebbe spiegarmi la ratio secondo cui, un buon risparmiatore, non possa fare la formichina cercando di accumulare qualche euro per il mese successivo, o piuttosto perché un “povero”, non possa di tanto in tanto regalarsi una pizza con la famiglia, ma sia costretto a spendere il denaro con modalità imposte e la dignità? immagino la scena di un possessore di una carta che si reca in un negozio a lui vietato e alla cassa si vede respingere il proprio acquisto in quanto non rientrante tra quelli stabiiti da altri. Sai che bella figura.
Stati attenti a ciò che promettete, questo è un argomento particolarmente sensibile che tocca l’animo della gente. Se non siete sicuri del risultato, lasciate perdere o adottate qualche provvedimento più soft.
Non create aspettative al di sopra delle vostre possibilità, altrimenti altro che gilet gialli, qui scoppia la guerra civile.

Media 4.00 su 5
Share


Lascia un commento

Il tuo indirizzo mail non sarà pubblicato!


*