«

»

Giu
25

« Delenda Tribunale di Milano »

E


bbene si è arrivati al giorno fatidico della sentenza, tutto il corollario berlusconiano è in piena fibrillazione, l’elefantino sul Foglio ha scritto un articolo sanguinolento ; in perfetto stile prono-ossequioso ( leggi articolo ) , a difesa alternata.
I peones non sono stati da meno, emblematica una foto su Repubblica di Milano ( vedi foto ) , c’è da chiedersi se sia una sceneggiatura Mediaset, oppure un deliquio per il santo d’Arcore, protettore di angeliche fanciulle in fiore e prodigo nume tutelare.
Per esacerbare ancor più l’animo del povero derelitto e perseguitato, il M5S ha sparso sale sulle ferite, toccando tutti i nervi scoperti in materia di giustizia, ( leggi articolo ) ; ben quattro le proposte di legge del M5S depositate negli scorsi giorni alla Camera, toccando i temi di prescrizione, corruzione, riciclaggio, auto riciclaggio, falso in bilancio, reati societari e tributari; praticamente tutto ‘er cucuzzaro’.
Ovviamente, come avvoltoi famelici, il tribunale è stato cinto d’assedio da media, che memore della boutade dei peones Pdl sulle gratinate, ha ben recintano l’ingresso principale, a mo di check point afgano.
Tanto per avere un idea


.
Per tutta la giornata, la rete è stata un ribollire tra innocentisti e colpevolisti, la guerra pluriennale tra berlusconiani ed antiberlusconiani, ma quello che più emergeva era se finalmente la legge era uguale per tutti.
E poi alle 17:25 la sentenza! Condannato a 7 anni ed interdizione perpetua dai pubblici uffici, una condanna superiore a quella richiesta dalla pubblica accusa, a quanto pare il vento sta decisamente cambiando per B, le condanne si stanno susseguendo.
Forse è il momento che nella costellazione della casta. dove il potere è fine a se stesso, dovrebbe essere l’esempio che nessuno può essere immune dalla Giustizia ; anche se miliardario e con l’immunità parlamentare.
Adesso ci sarà una tracimazione di talk show, ettolitri d’inchiostro per editoriali di vario genere, come nel passato assisteremo a questa pantomime in tutte le salse ; verrebbe da chiedersi ma in pensione in qualche isoletta a godersi la vecchiaia ? Ne guadagnerebbe in salute per gli anni a venire, ed il paese potrà occuparsi d’altre faccende che non gli affari personali di una persona ; e non sarebbe male fare come gli antichi padri applicare la Damnatio memoriae.
Per futura memoria

Media 4.60 su 5


Lascia un commento

Il tuo indirizzo mail non sarà pubblicato!


*