BLOG : La voce di quasi tutti

«

»

Giu
18

Dieci cose che accadono oggi: lunedì 18 giugno



1. Atene sceglie l’Europa. Bruxelles adesso può tirare un sospiro di sollievo. La Grecia ha scelto di restare nell’euro premiando (anche se al fotofinish) i conservatori di Nuova Democrazia, che hanno fatto una campagna elettorale pro-Europa. Nuova democrazia si è imposto come primo partito alle elezioni greche di ieri, pur senza ottenere la maggioranza. Ecco in dettaglio i risultati dello spoglio ufficiale riguardante il 99,84% dei voti diffuso dal ministero dell’Interno di Atene: – Nuova democrazia: 29,66% pari a 129 seggi; – Syriza (sinistra radicale): 26,89%, pari a 71 seggi; – Pasok (socialisti): 12,28% pari a 33 seggi; – Greci Indipendenti (destra nazionalista): 7,51%, pari a 20 seggi; – Alba dorata (neonazisti): 6,92%, pari a 18 seggi; – Sinistra democratica (Dimar): 6,25%, pari a 17 seggi; – KKE (comunisti): 4,5%, pari a 12 seggi. Il partito neonazista Alba Dorata ha confermato il suo radicamento fra gli elettori greci, ottenendo tra il 6 e il 7,5% e assicurandosi così una presenza nel futuro Parlamento di Atene. Alla precedente tornata elettorale, il partito, che ha conquistato molti consensi con la sua campagna anti-immigrati in un paese particolarmente afflitto dalla disoccupazione, aveva ottenuto il 6,97%. La soglia di sbarramento in Grecia è del 3%.

continualeggeresupanorama

Media 4.00 su 5
Share


Lascia un commento

Il tuo indirizzo mail non sarà pubblicato!


*