BLOG : La voce di quasi tutti

«

»

Gen
11

Dilettanti al… travaglio


Belli i tempi della Corrida di Corrado e del maestro Pregadio. Quelli si che erano i veri dilettanti. Gente qualunque con qualche dote nascosta o anche senza dote, tanto andava bene lo stesso perchè il campanaccio suonava sempre. Oggi i nuovi dilettanti sono i giornalisti e i conduttori televisivi, sopratutto quelli che parlano di politica. Già in passato si sono sempre distinti per pressapochismo e troppa faziosità e livore nei confronti degli avversari, ma da ieri hanno anche un nuovo dono, pari a quello dei santi guaritori. Certo sarebbe bello guarire i veri mali delle persone, ma limitiamoci ai mali della politica, alla riesumazione di vecchie figure, novelle creature risvegliate da una semplice scarica elettrica. San Toro (mai cognome più fu azzeccato) ieri ha risvegliato il corpo di un morente Berlusconi e non contento, come nelle nascite, gli ha reso quasi dolce anche il Travaglio. Tronfi della loro giovane claque presente in studio, Santoro e Travaglio si sono offerti come cibo sacrificale per il ritorno del Cavaliere Mascarato che ha giocato con loro come un leone in mezzo a 100 agnelli. Mi hanno fatto veramente pena io che un pò mi intendo di recitazione e psicologia. Tutti al cospetto di Silvio Berlusconi volenti o nolenti. Tutti nella sua rete abboccando come trote salmonate in un piccolo laghetto di pesca sportiva. Se fino a ieri Berlusconi era un vecchio rincoglionito oggi, grazie a tutti loro, Berlusconi è tornato Berlusconi anzi, forse meglio, perchè oggi i suoi avversari politici valgono meno di lui… il che è tutto dire. Hanno voglia i vari social ha deriderlo sulle gag fatte in trasmissione! Tutte fatte a sommo studio perchè oggi o lo odi o lo ami quando l’obiettivo doveva essere l’indifferenza totale. Puntualmente è ritornato fuori l’antiberlusconismo che è sempre stato l’arma vincente di Berlusconi stesso. Ed invece di capire questo concetto semplice e fondamentale i “professionisti” si sono lasciati ammaliare dalla personalità devastante di un uomo di quasi 80 anni. Personalmente non avrei mai pensato ad un autogol del genere e questo mi farà fare nuove riflessioni sui sondaggi che seguiranno. Sicuramente Corrado e il maestro Pregadio erano molto più bravi e furbi nel gestire i dilettanti e mai avrebbero commesso un errore del genere.

Media 4.00 su 5
Share


Lascia un commento

Il tuo indirizzo mail non sarà pubblicato!


*