BLOG : La voce di quasi tutti

«

»

Ott
08

« Dopo le scelleratezze la melina dei provvedimenti »


Ormai lo scempio delle Regioni,, Provincie, Comuni, tesorieri ed il centinaio e più della Casta che hanno avuto a che fare con la giustizia, hanno dato il quadro desolante di chi ci sia nelle istituzioni.
A ciò s’aggiungono, i vari faccendieri, lobbisti e profittatori di denaro pubblico (Vedi Tributi Italia) ; quindi l’immagine del nostro paese è decisamente compromessa nella sua credibilità di stato democratico.
Adesso il governo, sobriamente tecnico, dovrebbe avviare il suo “startup” (il termine con cui si identifica l’operazione e il periodo durante il quale si avvia un’impresa ; soliti anglicismi) ; ma ha un Parlamento che non ha alcuna intenzione di ravvedersi od avere un sussulto di dignità, ogni tentativo vedi riduzioni di poltrone e risparmi sulla spesa pubblica per loro sono argomenti urticanti.
Al momento, sono tutti visceralmente impegnati per le prossime elezioni 2013,e seminare nei vari orticelli elettorali le solite fanfaluche preelettorali che poi come prassi non saranno mantenute; perdipiù ancora non si sa nulla con quale legge elettorale.
Ci vorrebbe l’avvento di un governo di salute pubblica, per fare una drastica pulizia di tutto il ciarpame che ha insozzato la nostra repubblica, ripristinare i valori dell’etica politica, ridare senso civico alle istituzioni per riguadagnare la fiducia dei cittadini.
Quei partiti che lo stanno criticando ferocemente, dovrebbero fare mente locale che sino a qualche mese fa erano loro al governo, ed hanno portato il paese all’orlo della catastrofe con l’arroganza e supponenza del loro potere di mentire sapendo di mentire.
Adesso, dagli scranni vivono solo di false pretestuosità, fanno melina per evitare di ritrovarsi castrati con le loro stesse mani, vedi il Dl anticorruzione e la legge elettorale ; come a scritto qualcuno : “un branco di faine a guardia del pollaio Italia”
Ma la cosa più bella, è che adesso vanno tutti alla famosa “Casablanca” per rifarsi una verginità, creando liste civiche dai nomi più fantasiosi , rimpasti nei vari partiti per dargli gusto una mano di bianco e far vedere che sono rinnovati.
Se si voleva fare il bipolarismo, è morto nella culla, adesso abbiamo solo ciarpame e cialtroneria a caccia di gonzi per assicurarsi come al solito scranno e prebende.
Giusto per avere un idea di come la pensano gli italiani.
OkNotizie

Media 4.33 su 5
Share


2 commenti

No ping yet

  1. Avatar
    Gianni Di Quattro scrive:

    i provvedimenti saranno pannicelli caldi,,,qualcosa per buttare fumo negli occhi, qualche piccola scalfittura, ma nella sostanza alterum non ledere quieta vivere è il motto delle forze politiche attuali al di là di apparteneneze o pseudo ideologie…

  2. Max Miniati
    Max Miniati scrive:

    Che fai auspichi un nuovo ventennio? ;))))))

Lascia un commento

Il tuo indirizzo mail non sarà pubblicato!


*