BLOG : La voce di quasi tutti

«

»

Mag
23

« Dopo mattarellun, porcellum adesso in arrivo il ‘cacarellum’ »

I


n effetti, dalle voci di corridoio, la riforma della legge elettorale sta assumendo
grotteschi, tutto c’è meno che la voglia di metterci mano veramente ; ai due maggiorenti ed ai cespuglietti fa troppo comodo questa legge che gli permette di fare i giochi sottobanco con i nominati e non eletti.
Quanto mai vero un cinguettio su Twitter : “Correzione del Porcellum entro l’estate. Non è che se correggi uno scarabocchio all’improvviso diventa un Van Gogh”, ed è quello che si sta paventando ; il classico gattopardismo per non cambiare nulla. Persino l’autore della “legge porcata”, il Calderoli, ha espresso il suo pensiero in materia : ”Dopo la relazione del ministro posso dire che in questo momento siamo sul trampolino di una piscina vuota. Se entro mercoledì, giorno in cui verranno discusse le riforme, la piscina non sarà riempita dal Governo e dalla sua maggioranza, rischiamo tutti una ”scragnata”.
Detto da lui c’è da crederci, a meno che non sia il solito gioco fumoso del politichese, anche perché i vari padroni del vapore, alias partiti, hanno forse già dimenticato che la Corte Costituzionale, in base alla decisione della Cassazione, è entrata nel merito della costituzionalità del “porcellum”.
Quindi il pateracchio, anche se viene corretto ad uso e consumo dei soliti noti, sanno bene di correre il serio rischio che la Consulta la bocci, a meno che non ci siano volontà oscure di sistemare ad hoc la legge elettorale.
Confermato dal capogruppo Cd Pino Pisicchio, alla fine della riunione del vertice tra governo e maggioranza, facendo intendere non una nuova legge bensì ad una ‘correzione’ del porcellum entro l’estate ; non ci li vedo proprio lavorare distesi sulla sdraio sotto l’ombrellone.
Una cosa comincia a vedersi, che si fa tanto polverone, ma pressioni personalistiche, lobby e difesa dei propri orticelli elettorali, non si fa una beata fava ; illuminante l’articolo del Sole 24 ore sulla riforma tribunali
(leggi articolo) ; come volevasi dimostrare tutto cambia perché nulla cambi.

Media 4.60 su 5
Share


Lascia un commento

Il tuo indirizzo mail non sarà pubblicato!


*