BLOG : La voce di quasi tutti

«

»

Apr
05

« Dove stiamo finendo »


Francamente non mi ricordo che in Italia sia mai successo qualcosa del genere, ho il miei 66 anni ma ne mio padre o mio nonno mi hanno mai citato un degrado simile, e sono ben tre generazioni. Un degrado del genere ed una perdita di speranza l’Italia non l’aveva mai avuta, sintomatico quanto accaduto a Gela, leggi articolo, da far raggelare dove possa arrivare la disperazione.
Leggendo poi quella massa di parassiti che percepisce anche mille euro al giorno di pensione,vitalizi a persone inquisite e condannate, salvataggio di poltrone e prebende da questo governo salvifico ; la rabbia sale montante.
Forse saranno caustiche e pesanti le dichiarazione del buon ‘ che c’azzecca’, vedi il video, ma come non dargli ragione ; un governo raffazzonato con una maggioranza mal composita che sa fare solo una cosa “tosare il popolo”, ma non toccare un centesimo alla casta ed i suoi accoliti.
Basta leggere su Facebook o su Twitter, cosa si pensa di questi personaggi che stanno portando alla fame un intero popolo, e per maggior misura vedere i privilegi fatti salvi, o peggio i partiti ed i loro padroni che usano il denaro pubblico per fini meramente personali.
Fino a che punto vorrà tirare la corda ? Non è la questione meramente dialettica dell’art.18 o di altre fumosità che da politichese sono diventate tecniche ; ne tanto meno dello spread in mano agli speculatori internazionali.
Purtroppo, hanno dalla loro un popolo bue messo alla greppia da sindacati che non sono più quelli di una volta, un classe politica senza più carisma o programmi per un futuro.
Un paese all’abbrivio che porterà la soluzione all’estremo, e quel di più grave che non lo capiscono o peggio non vogliono capirlo ; o meglio a loro insaputa non sanno.

OkNotizie

Media 4.33 su 5
Share


Lascia un commento

Il tuo indirizzo mail non sarà pubblicato!


*