BLOG : La voce di quasi tutti

«

»

Set
22

Due stili a confronto di Moisè Asta


ORA DI PUNTA


Le gradassate delle ultime ore, anche dinanzi al capo dello Stato che sollecitava le riforme finalizzate al pareggio di bilancio, sono il segno che Berlusconi è agli sgoccioli, agli strepiti della morte (politica, s’intende). E’ pura demagogia quell’insistere sul fatto di avere i numeri, non volersi dimettere ed essere affar suo la crescita socio-economica del Paese. Né è garanzia di sicurezza il ripensamento (che, certo, non neutralizza mai le riserve mentali) di Umberto Bossi che, giorni fa, aveva parlato di tempi brevi per la fine della legislatura, salvo poi a puntualizzare che il suo discorso era stato male interpretato e strumentalizzato (ma quando mai?) e che un nuovo governo si avrà solo nel 2013.

Media 3.00 su 5
Share


Lascia un commento

Il tuo indirizzo mail non sarà pubblicato!


*