«

»

Ott
31

« E adesso metteteci la faccia »

metteteci_la_faccia

E


Anche questa puntata è fatta, dopo mille tentativi dilatatori e sotterfugi da legulei smaliziati, la Giunta si è espressa per il voto palese, quindi la decadenza del #pregiudicato da senatore, per effetto della legge Severino e a seguito della condanna definitiva per frode fiscale, sarà votata dall’aula di Palazzo Madama a volto scoperto.
Adesso, i senatori dovranno esprimersi pubblicamente, non avranno la possibilità di fare mercimonio del voto, nell’aula del Senato dovranno esprimere la volontà del popolo sovrano che la legge è uguale per tutti.
Sono decisamente esilaranti, le dichiarazioni dei nominati del #pregiudicato, vedi il leader del gruppo Pdl al Senato, Renato Schifani : « Una pagina buia per le regole parlamentari .. La Giunta del Regolamento, a maggioranza e con un voto deliberatamente politico, ha violato le regole in maniera surrettizia, con grave responsabilità dello stesso presidente del Senato, per consentire al Pd e ad altre forze di imporre ai loro senatori un voto contro il leader del centrodestra. La giornata di oggi non potrà non avere conseguenze ».
Verrebbe voglia di porgli qualche domanda : “ma perché continuare a starnazzare del voto segreto ? Quale diritto viola ? Per quale motivo recondito non volete appalesare la vostra faccia alla votazione ?”.
Ma alla risibilità delle dichiarazioni, l’osteggiare la legge Severino, che è una legge perfettamente costituzionale, già applicata in trentasette casi precedenti ; adesso perché tocca al #pregiudicato non è più valida ? E’ forse una delle tanti varianti di pensiero giuridico ad personam ?.
Alla decadenza o meno, la faida si consumerà nel Pdl, facendo la conta di chi si traghetterà nel “Lazzaro risorto” di Forza Italia (forse sarebbe meglio Forza Impunità) ; mentre gli altri “Giuda iscarioti” detti “governisti”, dovranno giocoforza creare un proprio gruppo se vorranno ancora esistere politicamente.
Adesso, vedremo la “gioiosa macchina da guerra mediatica” del #pregiudicato, in piena attività ed il “metodo Boffo” pilastro delle prime pagine, non è certo il personaggio che accetta facilmente di perdere ; dopo il ridimensionamento alle elezioni del Trentino, l’aggiunta della decisione della Giunta ; sono motivi in più per esacerbare gli animi dei sodali e del loro dominus.

Media 4.60 su 5


Lascia un commento

Il tuo indirizzo mail non sarà pubblicato!


*