BLOG : La voce di quasi tutti

«

»

Giu
11

È NORMALE CHE UNA SOCIETÀ TUTELI PRIMA SE STESSA E I SUOI MEMBRI…

marcello_veneziani


“Per la destra non si tratta di chiudere le frontiere, ricacciare gli immigrati nei loro paesi d’origine, stabilire criteri di apartheid sulla base di religione, razza, cultura.
Diffusa è invece la richiesta di maggiore incisività e inflessibilità nel combattere e scoraggiare l’immigrazione clandestina. E l’istanza di dar precedenza nell’assegnazione di posti di lavoro, esercizi commerciali, abitazioni, ai connazionali, a partire dai concittadini e dai corregionali. È il criterio della preferenza nazionale (e territoriale). Diffusa è anche l’idea di privilegiare nell’accoglienza degli immigrati coloro che sono più omogenei per cultura q, religione e tradizioni al nostro paese.
Tutto questo non può essere letto con le lenti ideologiche del razzismo o della xenofobia, ma con il senso comune dell’auto-conservazione. È normale che una società tuteli prima se stessa e i suoi membri e proceda all’integrazione degli stranieri partendo da coloro che giudica più assimilabili o comunque più vicini ai propri standard di vita, alla propria mentalità. Anche le società d’origine degli stessi immigrati fanno la stessa cosa.
Nessuna società è possibile se non riconosce questo elementare principio di praticare la solidarietà a partire dai suoi componenti, allargandosi dal più vicino al più lontano. È questo che distingue il senso della solidarietà inteso a destra dal senso di solidarietà inteso a sinistra.

Media 3.00 su 5
Share


Lascia un commento

Il tuo indirizzo mail non sarà pubblicato!


*