BLOG : La voce di quasi tutti

«

»

Mag
28

E ORA CHE SUCCEDE?


Allora, contenti? Riservandomi di scrivere sul voto italiano ed europeo una più compiuta analisi, vorrei anticipare tre quattro riflessioni.
Il fronte sovranista ha superato in Italia il 40 per cento. Gran risultato. I sovranisti sono cresciuti in mezza Europa, sono primo partito in Francia, in Inghilterra, in Ungheria e in altri paesi dell’est. Ma i sovranisti in Europa, come prevedevamo, saranno sì più numerosi e più influenti ma gli assetti di euro-potere in sostanza non cambieranno, si potranno solo estendere le alleanze. Dunque non ci sarà alcun terremoto a livello europeo.
E in Italia? Anche da noi non si prevedono terremoti ma scosse di assestamento, secondo quando annunciano i protagonisti, a cominciare da Salvini. Dunque, il test europeo colpisce ma non stravolge gli assetti presenti né in Europa né in Italia.
E allora? Per ora l’unico dato significativo è che l’Italia a maggioranza vuole una rivoluzione fiscale, vuole frenare i flussi migratori, vuole sicurezza, vuole tutelare la famiglia, i confini, la sovranità italiana. Dato positivo ma per ora privo di implicazioni pratiche dirette.
Non trovo significativa la ripresa elettorale del Pd. Essere all’opposizione di un governo diviso su tutto, agitare i mostri del passato, il nazismo e il razzismo, avere dalla propria parte gran parte dei media e dei poteri europei, vedere decomporsi il movimento 5stelle, e vedere infine crescere “la destra” a un livello che non c’è mai stato, non mi pare un gran risultato restare secondo partito, a larga distanza dal primo, con un lieve incremento di voti.
Infine Berlusconi calante, come previsto; non si può avere come leader la ristampa anastatica, in versione plastificata del Berlusconi dello scorso millennio. Comunque non è dietro l’angolo una rinascita del centro-destra: la traversata di Salvini per ora non prevede soste nel centro-destra. Sarà possibile per Salvini portare avanti il suo programma con una forza come i 5stelle? Ne dubito, lo scopriremo solo vivendo.

Media 4.00 su 5


Lascia un commento

Il tuo indirizzo mail non sarà pubblicato!


*