«

»

Dic
20

«E tu da che parte stai?»

O


gni santo giorno, il povero lettore italico si pone questo problema, è accerchiato dai televenditori di chiacchere ed aria fritta, in primis lui il ‘pregiudicato decaduto’, si legge sulla Stampa : “sta preparando un mega call-center per tempestare italiani di chiamate in vista delle elezioni “, ergo staccare le spine dei telefoni.
Ma gli altri non sono da meno, il cittino da Firenze, ogni due per tre a paventare il ricorso alle urne per tenere sulla corda il duo delle striminzite intese ; il nuovo segretario cispadano recita le omelie del suo capo tanto per far vedere che ci sono ancora.
Gli altri ogni tanto danno segni di vita, ma non sono invadenti, anche perché contano come il due di coppe quando regna denari a briscola, li trovi ogni tanto in qualche talkshow o nei network ; ma niente d’eccezionale a livello di marketing elettorale.
Ed il povero elettore nelle ambasce, già non sa con quale legge dovrà votare la nuova tornata della “casta parassitaria”, nella pallida speranza di poter scegliere ; almeno la soddisfazione di flagellarsi per quello che farà il suo candidato.
Adesso in questo periodo di festività natalizie, ben grame per la stragrande maggioranza degli italiani, dovremo sorbirci ancora le loro solite menate sperando che dal 24 all’Epifania ci lascino in pace.

Media 4.33 su 5


Lascia un commento

Il tuo indirizzo mail non sarà pubblicato!


*