BLOG : La voce di quasi tutti

«

»

Lug
06

« E’arrivato lo sforbiciatore »


Come volevasi dimostrare, al solo cenno di sfrondare qualcosa, subito a far muro sindacati e partiti a difendere ad oltranza i propri iscritti ed elettori ; storia che si ripete da illore tempore con qualsiasi tipo di governo.
Questa famosa spending review, alias tagli alle spese, avrebbe dovuto tagliare da subito i costi aberranti dell’amministrazione pubblica, i famosi sprechi istituzionali dove ogni partito ci sguazza per se e per i suoi peones.
Stando così le cose, come ampiamente dimostrato, gli unici che hanno sopportato taglia ed aumento di costi sono i soliti noti : pensionati e dipendenti, della casta e dei suoi tentacoli nemmeno una spuntatina se non la solita presa in giro dei due spiccioli.
Adesso sono in piena bagarre per decidere dove e come far quadrare i tagli, ma viste le premesse ci saranno solo aumenti come dell’IVA di un punto dal luglio 2013 , di togliere le provincie, famoso pozzo nero della spesa pubblica, sparito nei meandri della bozza del decreto legge.
Adesso assisteremo ai lamenti e stracciamenti delle vesti dei vari governatori di regione, che dopo aver speso allegramente a quattro mani, adesso ululano per la povertà incombente ; ed a cascata provincie, comuni e varie.
Una cosa è certa e la stiamo vivendo giorno per giorno, questo sobrio governo tecnico, è uno dei massimi esempi del tirare a campare, per dare tempo ai vari partiti di organizzarsi alle prossime elezioni ; delle contingenze del paese si vedrà poi.
Ci saranno proclami e programmi elettorali, che svolazzeranno sul qualunquismo o il più bieco populismo, per poi approdare al solito nulla di fatto, o meglio accaparrarsi la poltrona e distribuire il resto ai propri nominati.

OkNotizie

Media 4.33 su 5
Share


Lascia un commento

Il tuo indirizzo mail non sarà pubblicato!


*