BLOG : La voce di quasi tutti

«

»

Feb
12

Ed eccoci al suk elettorale a caccia di voti n.14

P


rosegue serrata la campagna do offerte, sconti, azzeramenti degli emuli del mitico Giorgio Mastrota re delle televendite; ormai si è perso il conto delle amenità lanciate dai palchi o dalle piazze; la fuffa politica ha ormai tracimato per tutto il suolo italico.
Lo stile dei cacicchi candidati premier è sempre lo stesso, strumentalizzare ogni evento che possa tornare utile, soffiare sul fuoco dell’intolleranza, non avendo argomenti preferiscono il sistema dell’antagonismo tipo Capuleti e Montecchi.
Mentana scrive su Facebook : “Solo in un paese malato come il nostro possono esistere tanti analfabeti morali che inneggiano a Traini e alle foibe per offendere gli avversari, nel pieno di una campagna elettorale già sgangherata di suo. Cosi è solo veleno”; quanto mai vero!
Ed una bella sintesi gira da giorni su Facebook :

DOPO IL 4 MARZO mi alzerò tardi e, non avendo impegni incombenti, guarderò la TV (senza pagare il canone, me lo ha promesso Renzi). Nel pomeriggio prenderò l’auto (senza pagare il bollo, me lo ha promesso Berlusconi) e farò un giro verso le università, dove potrò vedere i tanti studenti che le frequentano (senza pagare le tasse, lo ha promesso Grasso). E siccome ci sarà un reddito minimo garantito per tutti da 750 Euro al mese (me lo ha assicurato Di Maio), credo che si possa anche fare a meno di andare a lavorare. Se poi per noia o per curiosità mi facessi assumere da qualcuno (perchè il lavoro non mancherà, me lo hanno garantito tutti), mal che vada sarò pagato con almeno 10 Euro all’ora (parola di Renzi). Non verrò licenziato, anzi il Jobs Act verrà abolito e i soldi che guadagnerò saranno tassati al 15% (me lo ha giurato Salvini). Si potrà andare in pensione a 60 anni, non più a 67, con una pensione minima garantita di 1.000 Euro al mese (come assicura Berlusconi). Speriamo non siano solo promesse da marinaio, perché come diceva tempo fa un famoso comico, “Se la vita è una tempesta, prenderlo nel didietro è un lampo!”.


Oserei dire che tutto ciò sono le gabole per farsi votare

Media 4.00 su 5


Lascia un commento

Il tuo indirizzo mail non sarà pubblicato!


*