BLOG : La voce di quasi tutti

«

»

Lug
02

Er nasone

marazico01-framed


Quanno che hai sete io so’ sempre pronto.
L’acqua che cola fresca dal mio naso
è tutta tua, e nun te chiedo er conto.
E se me trovi rotto, putacaso,
fai cento metri e dietro a un bel cantone
sicuro trovi qualche mio fratello.

D’estate, quanno picchia er solleone
ce stà chi gira senza ave’ er cappello
a rischio de bruciasse la capoccia.
Ma ce sto io, e se po’ fa la doccia.

Chi è nato a Roma a me c’è abituato
e sa come allevia’ le sofferenze.
Qualcuno però è meno fortunato,
tipo quelli che vivono a Firenze…

Quest’acqua mia è de tutti, ricordate
non fatela finire in mani oscure,
ché se nun state accorti e n’ ve svejate,
presto ve la faranno paga’ pure.


Media 3.00 su 5


Lascia un commento

Il tuo indirizzo mail non sarà pubblicato!


*