BLOG : La voce di quasi tutti

«

»

Nov
04

Festa delle Forze Armate


Pubblicato da Gabriele Bussolin su Giovedì 31 ottobre 2019

Celebriamo il giorno dell’Unità Nazionale e Giornata delle Forze Armate.
Oggi ricorre il giorno della vittoria che l’Italia e i paesi alleati conseguirono contro l’impero Austro-Ungarico a conclusione della Prima Guerra Mondiale,
la “Grande Guerra”.
La storia:
La “Grande Guerra” aveva avuto inizio il 24 maggio 1915, e venne chiamata “grande” perché in precedenza non si era mai visto un maggiore coinvolgimento di paesi, uomini e mezzi.

Il nostro paese partecipò al conflitto prima di tutto per riconquistare le località precedentemente sottratte e inoltre per contrastare le mire espansionistiche dell’Impero Austro Ungarico che aspirava ad estendere la sua dominazione su altre zone dell’Italia.

L’italia era entrata in guerra il 24 maggio 1915 dopo che il 26 aprile 1915 era stato firmato, con le potenze della Triplice Intesa (Francia, Inghilterra e Russia),
il Patto di Londra.

La firma del Patto di Londra, e l’entrata in guerra dell’Italia avevano lo scopo prioritario di consentire al nostro paese la riconquista, da tanto tempo aspirata, dei territori da sempre ritenuti italiani, quali l’Alto Adige, il Trentino, le città di Gorizia, di Gradisca, di Trieste, la penisola istriana fino al Golfo del Quarnaro con le isole di Cherso e Lussino, le isole della Dalmazia e le città di Zara, Sebenico e Trau, la città di Valona e l’isola di Saseno, la sovranità sul Dodecanneso, altre al riconoscimento di zone d’influenza nell’Asia Minore e la rettifica di alcuni confini nell’Africa italiana.

Dopo importanti ed eroiche battaglie da parte dei nostri soldati,
l’Italia vinceva la guerra il 4 novembre 1918,
il Generale Armando Diaz, annunciò il famoso “Proclama della vittoria”.

Con la vittoria venivano liberate quelle città che da troppo tempo chiedevano di tornare ad essere italiane, soprattutto Trieste: il 3 novembre 1918 alle 16.10, reparti di Bersaglieri ciclisti, sbarcati dal cacciatorpediniere Audace, occuparono la città dopo la fuga dei reparti austriaci; successivamente il Generale Carlo Petitti di Roreto – il Generale del XXIII corpo d’armata che, durante la “Battaglia del solstizio”, aveva operato sulla riva destra del Piave fino al mare, e successivamente divenne Governatore di Trieste e della Venezia Giulia- proclamava la presa di possesso della città in nome del Re d’Italia.

La frase “Battaglia del solstizio”, venne coniata dal soldato-poeta Gabriele D’Annunzio per indicare la seconda battaglia del Piave, combattuta vittoriosamente nel mese di giugno contro l’Esercito Austro Ungarico.
Da questo enorme sforzo bellico che quella data deve essere ricordata e festeggiata, come “Giornata delle Forze Armate” giacché furono proprio esse, con i tanti sacrifici, che diedero al nostro Paese la gloria che da oltre cento e uno anni viene celebrata.
4 Novembre 2019 Viva l’Italia,
Viva le Forze Armate.

[Fonte 183° NEMBO]

Media 4.00 su 5
Share


Lascia un commento

Il tuo indirizzo mail non sarà pubblicato!


*