BLOG : La voce di quasi tutti

«

»

Ott
11

Fi-Renzi vs FI-AT


Ha fatto molto scalpore la dichiarazione dell’AD di Fiat Marchionne il quale, in uno scontro verbale a distanza, ha definito Matteo Renzi “sindaco di una città piccola e povera”. Molti fiorentini si sono prontamente sdegnati e hanno riversato il loro livore sul web mostrando le foto di quello che è Firenze, ma sopratutto di quello che è stata. Infatti nessuno ha pensato di postare foto della Firenze “moderna” quella che ha saputo dare una continuità al suo splendido passato, ma bensì è stato preso il lavoro fatto dai nostri avi che al tempo la resero celebre in tutto il mondo. Tempo fa postai una citazione presa da un giornale francese del 1900 che recitava testualmente: “Firenze: la sola città, forse nell’Europa contemporanea, che la modernità non abbia potuto inzozzare di bruttezza…”. Purtroppo cari concittadini se oggi l’Eclair scrivesse di noi userebbe parole simili a quelle usate da Marchionne perchè nell’arco di un secolo, più precisamente nell’ultimo ventennio non solo non siamo stati in grado di conservare degnamente quanto di bello la storia ci ha lasciato, ma ci siamo impegnati per abbrutire quella che in realtà doveva rimanere una città-bomboniera con la sua storia, i suoi monumenti i suoi edifici. Se tali appellativi li avesse fatti il sindaco di Roma, ad esempio, forse non avremmo avuto tutto questo livore, pensando appunto alla città eterna. Certo è che provenendo da chi ha in mano la fabbrica che ha creato la Multipla o la Palio, la cosa disturba un pò. Eppure ancor oggi il fiorentino si sdegna per le parole offensive che riguardano la sua città, e allora ti dico caro concittadino: perchè lo stesso livore non lo metti quando si parla del degrado del centro storico, della realizzazione di edifici brutti quali il nuovo tribunale o il Teatro Comunale, per opere totalmente inutili ma sopratutto dispendiose come la tramvia, oppure per opere invasive oltre l’inimmaginabile come il tunnel sotterraneo? Firenze è bella dal Piazzale Michelangelo ma se entri dentro, sopratutto all’interno della cerchia dei viali dove è custodita la nostra storia, Firenze è sporca, sciatta, decadente, erosa da un turismo mordi e fuggi che lentamente la sta logorando. Firenze è realmente piccola, perchè territorialmente è uno sputo e noi questo “sputo” avevamo il dovere di mantenerlo tale e non farlo progredire al rango di grande città. Firenze è come un balocco, dovrebbe “pulirsi” da sola, dovrebbe essere autosufficiente e non scimmiottare le grandi città. Firenze è povera perchè noi tutti siamo poveri. Non abbiamo ancora compreso bene che se la storia crolla, noi crolliamo con essa e dopo non rimarrà che un lurido fiume, peraltro mai messo in sicurezza dopo l’alluvione, a ricordo del nostro splendore. Marchionne poteva usare quegli aggettivi direttamente contro Renzi, ma non contro la città, ma volendo capirne più a fondo il significato, hanno sottolineato di come sempre più visitatori ci considerano: una città piccola, sporca e anche povera. Questo deve farci riflettere sulla nostra reale condizione. Il Campanile, il Cupolone, Palazzo Vecchio, Ponte Vecchio, tutte cose che appartengono al passato e delle quali nessuna è stata fatta da noi ne dai nostri nonni ne dai nostri bisnonni. Caro AD della FIAT, se volevi colpire il sindaco lo potevi fare in molti altri modi, potevi metterlo a guidare una Panda per esempio, oppure una Punto. Ma da te che hai preso dei modelli americani e li hai ri-marchiati Lancia non ci piace prendere troppe lezioni di stile.
P.S. Io non posseggo una FIAT perchè è povera e piccola.

Media 4.00 su 5
Share


Lascia un commento

Il tuo indirizzo mail non sarà pubblicato!


*