«

»

Dic
09

Fin che la barca va


Finalmente un’altra tornata elettorale è finita, protagonista indiscusso il sindaco della nostra città. E adesso cosa cambierà? Per Firenze sicuramente nulla, dato che il nulla aleggia in città dal 2009(e non solo). Possiamo leggere il risultato elettorale in città: su 39.000 votanti Renzi si è preso il 76%. Che segnale può essere? Difficile pronosticarlo per le prossime elezioni cittadine. Certo è che chi è andato a votare fa parte di quei 100 mila che hanno permesso a Renzi di diventare sindaco e forse può essere la base di partenza per la futura campagna elettorale. Ma di chi? Adesso che è diventato segretario, e per come ha fatto il sindaco a Firenze, sicuramente può fare sia quello che l’altro, ma lui cosa farà? Aspetta semplicemente la fine del governo (morto lo è già) per poi candidarsi a premier. Solo allora avremo la certezza che a Firenze non si candidi più. “E la macelleria?” direbbe Parisina in Non ci resta che piangere? Firenze sarà ancora una volta sospesa tra le promesse mai mantenute, tanto i fiorentini hanno già deciso che di Firenze interessa solo il giglio, quello calcistico e niente più. Poco importa se un sottopasso costruito pochi anni fa sia già da ristrutturare, o che dei lavori iniziati non finiranno mai (tramvia, per fortuna). Firenze, pur essendo stata usata come una donna di facili costumi, oggi ha dato i natali al nuovo segretario PD e forse al futuro capo del governo. Tutto il resto è già nel dimenticatoio.

Media 4.00 su 5


Lascia un commento

Il tuo indirizzo mail non sarà pubblicato!


*