BLOG : La voce di quasi tutti

«

»

Mag
15

Fiorentini gente strana @BocciUbaldo #arianuovapalazzovecchio

max_sfondo firenze


Premesso che sono fiorentino e fino ad una ventina di anni fa dicevo “di essere fiorentino e non italiano” (cit). Poi i fiorentini mi hanno deluso profondamente, mi ha deluso la loro scarsa lungimiranza, il loro “egoismo”, la loro spocchiosità derivata dal fatto che vivono in una delle città più belle del mondo. Cari fiorentini vi vorrei ricordare che tutti noi viviamo grazie agli uomini che ci hanno tramandato opere straordinarie e che sono vissuti oltre 700 anni or sono e che nulla, dico nulla è stato fatto nei tempi moderni. Il turista viene a visitare le opere di Michelangelo, Brunelleschi, Arnolfo di Cambio, Giotto e non dei canotti appesi in un palazzo storico in Piazza Strozzi, non un tribunale che sembra uscito da un quadro di Picasso del periodo cubista, ne tanto meno una scatola da scarpe (cit) qual’è il Nuovo Teatro Comunale. State vivendo quotidianamente sul genio dei nostri antenati senza aver apportano nulla di buono in questi tempi moderni. Però prima del 1994 i governi della città non hanno mai avuto l’arroganza di cambiare Firenze cercando di renderla “moderna” ma hanno sempre cercato di conservare quello che in realtà la città è: una città bella, ricca di storia ma anche una città “semplice”.
Oggi io non sono più fiorentino, perchè questa non è più la mia città ma non è più neanche la vostra! Firenze da 25 anni a questa parte è in mano a dei parassiti che l’hanno spremuta in ogni suo angolo, rendendola arida, sciatta, senza anima. Una città abitata da zombi che vengono presi per il culo ad ogni tornata elettorale con la favola dello stadio nuovo, giusto per fare un esempio. E allora caro amico che mi chiedi (giustamente) chi sia Ubaldo Bocci, ti rispondo che nel 1994 hai votato un professore che manco conoscevi (Primicerio), nel 1999 un uomo che ti ha imposto il partito (Dominici) che poi hai rivotato nel 2004! Hai votato nel 2009 una persona, Renzi, che non sapevi manco chi fosse abbagliato soltanto dalla sua giovinezza e veemenza del lessico e poi si è visto com’è andata. Nel 2014 hai votato Nardella, il portaborse di Renzi, che prima di lui non sapevi neanche chi fosse! Nel 2009 potevi votare Giovanni Galli, un uomo, uno sportivo, una brava persona ma non ti piaceva perchè “non era un politico e poi nato a Pisa”, ma nel 2014 hai votato Nardella da Torre del Greco (Campania) violinista. E oggi mi vieni a dire chi è Bocci? Te lo dico io. Ubaldo Bocci, fiorentino doc, con in mente un sogno: riportare Firenze a Firenze. Punto. Se non ti basta questo puoi implodere i prossimi 5 anni insieme alla città che tu dici di amare ma che in realtà non provi neanche a farla cambiare. Tutto il resto è veramente noia!

Media 4.00 su 5


Lascia un commento

Il tuo indirizzo mail non sarà pubblicato!


*