BLOG : La voce di quasi tutti

«

»

Set
20

« Frescacce mediatiche»


Partendo dal postulato, letto sul Corriere della sera, che la seconda età adesso parte dai 55 anni, ergo ii resto è resa terza o puranco nella quarta ; ergo la popolazione è quasi di secondisti e ben alleprati sulle nuove tecniche informatiche.
Questo paradigma ci è dato (hostis turbetur quia Parmam virgo tuetur), dall’articolo letto in rete che la prossima democrazia è scelta in rete ; difatti ci immaginiamo le nonne o le zie, ovviamente terza età, che spulciano in rete il nome del pischello più vispo ed arzillo per portarle nel paese de bengodi.
Difatti, il nostro bravo trombone al pesto, a scelto che i candidati saranno scelti dalla rete”, orbene salvo chi la conosce il resto s’immagina la rete dei pescatori, le calze a rete un po’ lascive, oppure quel soggetto misterioso che figli e nipoti davanti al PC percorrono ; ma non si va più di lì.
Quindi ,secondo la sua mentalità, il resto del paese va nel cimitero degli elefanti, mentre i giovani si disputano sul Web chi è il miglior figo del bigonzo, per realizzare quella famosa democrazia cibernetica, senza lacci o laccioli dei brontosauri della politica, cercando un innovazione ma limitativa.
Il termine democrazia deriva dal greco δῆμος (démos): popolo e κράτος (cràtos): potere, ed etimologicamente significa governo del popolo (fonte Wikipedia), ergo quello che predica non ravvede quello che si è ottenuto dalla caduta del fascismo ; la libertà d’espressione per tutti niuno escluso.
Vero è che devi avere i mezzi mediatici per far sapere e farsi conoscere, il negarsi al confronto non depone certo a favore, avere il coraggio di affrontare la famosa “graticola tedesca” ; altrimenti e come il vecchio con i suoi laudatores.
Non basta avere qualche direttore di quotidiano o di televisione, che fanno da sponsor, ma ci vuole un azione dal basso come ai vecchi tempi del Pci, far conoscere e sapere i programmi, altrimenti è la solita aria fritta di politichese di attuale memoria.
Essendo della terza etade ho i miei fondati dubbi che questa sia la strada giusta, di brontosauri che navigano in rete siano in ben pochi, è un dato di fatto incontrovertibile ; ma ci aggiungerei anche a vedere telegiornali e talk show, anche loro hanno un limite al trash, meglio una leggera telenovela scaccia pensieri.
A dimenticavo i faosi “terza etò” da tempo sano il magna magna della casta, ma creco a ben poco ad un comico prestato alla politica perchè di comici politici ne hanno visti a iosa.

OkNotizie

Media 4.50 su 5
Share


Lascia un commento

Il tuo indirizzo mail non sarà pubblicato!


*