BLOG : La voce di quasi tutti

«

»

Ott
10

Ghandi e l’evasione fiscale


In ogni forma di stato che si rispetti il pagamento delle tasse è il personale contributo che il popolo (la maggioranza degli individui) versa nelle tasche dello stato affinchè un gruppo di amministratori fornisca loro dei servizi. Riducendo questo grande concetto ad una semplice famiglia composta da due figli e rispettivi genitori si può notare che il popolo (i genitori) versano nelle case dello stato (la famiglia) somme per la normale vita quotidiana, auto, motorino, scuola, cibo, spese della casa, vacanza, risparmi etc. Quello che avanza (se avanza) è un surplus spendibile singolarmente per i “vizi”, sport, passatempi, gadgets all’ultima moda. Se la famiglia si trova in forte disavanzo si iniziano i “tagli” al superfluo fino ad arrivare ad una completa razionalizzazione delle spese necessarie per poter arrivare almeno a fine mese. Ora il lettore molto attento mi dirà che ho scoperto l’acqua calda, ma allora caro lettore ti faccio una domanda: a chi e per cosa paghi le tasse? Ti senti veramente garantito sui servizi che paghi profumatamente allo stato? L’Australia è uno dei paesi con la più alta tassazione del mondo, ma a differenza nostra i servizi erogati sono molto efficienti che non c’è bisogno di aspettare sei mesi per una tac, ad esempio, oppure iter interminabili per le pratiche “normali”. In Italia stiamo assistendo ad un vero ladrocinio del contributo che il popolo versa nelle casse dello stato. Non passa giorno che non si scoprano ingenti somme di danaro rubate allo stato, quello stesso danaro versato dal cittadino per ottenere un minimo di servizio. Ma i soldi rubati dove vanno a finire? Non mi sembra che ci sia un recupero spese o un “equitalia” che assilli chi si è messo in tasca i soldi. E allora, perchè devo pagare le tasse? Prendiamo la sanità. sanità libera e gratuita però se vuoi un esame “veloce” magari perchè hai un grosso problema, devi aspettare tre o quattro mesi, oppure farlo a pagamento, ovviamente sempre nella stessa struttura. Allora cosa le pago a fare le tasse sulla sanità? Ottengo una riduzione se produco fatture mediche? Non mi sembra. Ripeto: perchè in Italia devo fare la fila per pagare le tasse? Perchè a fronte di una politica scellerata che guarda solo a se stessa non abbiamo la facoltà di combatterla? Ghandi diceva: “rifiutarsi di pagare le tasse è uno dei metodi più rapidi per sconfiggere un governo”. qui non stiamo inneggiando all’anarchia ma stiamo inneggiando a riprendersi i veri valori di uno stato democratico che DOVREBBE avere l’obbligo morale di tutelare i suo cittadini, sudditi al quale versano il loro sudore quotidiano. Uno stato senza regole è uno stato utopico, ma uno stato fatto cadere da una sorta di anarchia momentanea che scuota il sistema è un dovere civico e morale sopratutto nei confronti dei nostri figli. Se poi al cittadino italiano piace essere rappresentato da questa classe politica, allora è giusto assoggettarsi alla maggioranza della volontà popolare perchè anche questa è democrazia, che ci piaccia o no.

Media 4.33 su 5
Share


Lascia un commento

Il tuo indirizzo mail non sarà pubblicato!


*