«

»

Lug
08

« Giornata della collera democratica »

S


eguendo l’esempio fatto dagli egiziani contro il regime di Hosni Mubarak, in Italia conosciuto come lo zio della pulzella Ruby, il popolo si è riunito in massa compatta pre riappropriarsi della sua democrazia.
Nel nostro paese un giorno non basta affatto, forse qualche mese, e per un fine ben preciso la lotta contro il cancro dell’evasione ed il parassitismo della casta tanto politica che nelle P.A. ; oltre alla pulizia radicale nelle istituzioni di personaggi noti alle vicende giudiziarie.fine_italica Non una sterile passeggiata per Roma, ma bensì una manifestazione popolare di tutti i ceti che stanno soffrendo o meglio sono strangolati dal fisco e dalla crisi ; niente bandiere di partito o di sindacato ne tantomeno di movimenti.
Solo una marcia silenziosa verso il palazzo del potere, restando ad oltranza sino che le richieste vengano esaudite, sperare che l’attuale classe politica faccia qualcosa nel merito, sono decenni che lo dice ma non lo fa.
Estirpare l’evasione fiscale, per il politico è inimicarsi una parte del suo elettorato finanziatore, poi tentare di arginare quella della malavita organizzata è pura utopia ; si fanno dei sequestri e poi si viene a sapere che ritornano nelle loro mani a mezzo di prestanome.
Scrive Piero Ignazi : “se i leader politici non ascoltano e non rispondono, il fossato tra governanti e governati non fa che allargarsi”, ormai è un profondo vallo che divide, basta vedere le percentuali di astensione delle ultime elezioni.
Sui network, ci sono tantissimi forum pro e contro questa situazione, leggendo qua e là : “Credo che questo sia uno dei periodi peggiori della storia d’Italia: il Paese e’ allo sbando, governato da gentaglia mai eletta dal popolo. L’economia ed il lavoro sono ai minimi storici. Truffe e ruberie sono all’ordine del giorno. Vedere cosi’ tanta gente che, in un momento così buio si aggrappa all’idea e ai Valori…” ; è scritto da un ex militare, non si può aggiungere altro.
Il cainano ha chiesto una cura shock per l’economia italiana ; ma al momento
abbiamo solo il diversamente alto berciante in ogni angolo, come hanno detto capace di litigare anche con la sua segreteria telefonica, e poi la plasticata che sgomita come una ossessa per avere una poltrona più prestigiosa ; visti i suoi meriti servili.
Mentre il PD, sempre più afflitto da delirium tafazzianum, continua parlarsi addosso con i soliti sterili borbottii sul cittino di Firenze ; invece di fare quadrato e dare un apporto costruttivo, vanno qua e là in cerca di visibilità.
Scelta Civica, non pervenuto, ogni tanto se ne sa notizia dai telegiornali o dalle previsioni di sopravvivenza al voto ; il classico caso del due di coppe quando regna denari.
Altro che larghe intese, sono ai larghi interessi di parte, ma sarà mai capace il popolo italiano a riprendersi la sua democrazia, cacciando i mercanti dal tempio.

Media 4.50 su 5


Lascia un commento

Il tuo indirizzo mail non sarà pubblicato!


*