BLOG : La voce di quasi tutti

«

»

Dic
01

Giustizia fai da te


Leggendo tra i vari quotidiani, mi ha colpito la conclusione di Giancarlo Lehner ad un suo articolo : «Quando un popolo intero si deve preoccupare di tenere sempre pronto l’alibi, allora vuol dire che qualcuno sta attentando alla libertà, alla qualità della vita ed anche alle istituzioni liberaldemocratiche».
Direi che è abbastanza inquietante solo a pensarlo, ma riflettendoci è quanto già accaduto e sta accadendo, la deriva giustizialista ormai è all’ordine del giorno, e la moda del “pentitismo” sta tenendo banco come se fossero oracoli.
Chiunque, suo malgrado, può ritrovarsi coinvolto in fatti od eventi dei quali non ne sa assolutamente nulla, ma un qualsiasi personaggio può fare dichiarazioni fantasiose e strampalate le quali diventano accuse pesanti come macigni.
Solo se usasse la stessa metodologia del “divino Giulio” avrebbe scampo, metodologia nel conservare agende, appunti ect ; che gli ha permesso di smentire con fatti certi e provati, i teoremi fantasiosi creati, oserei dire, ad arte di certi pentiti.
Si potrebbe fare una analogia che alla “lettera anonima” adesso ci sia il “pentito di comodo”, difatti basta che racconti qualsiasi fanfaluca ed intanto si apre la campagna mediatica, poi con tutta calma si vedranno se ci sono o meno i famosi riscontri.
A questo punto diventa un punto di domanda per sapere dove inizia e finisce lo stato di diritto, la famosa “presunzione d’innocenza” che valenza abbia, visto che certi media s‘ergono ad autorità giudiziaria e giudice emettendo la loro sentenza sulla classica “stampa monnezza” come la definisce Dagospia.
Di certo qualcosa sta cambiando, dividendo quella locuzione della “Legge uguale per tutti” in due categorie ben precise ; chi si è difeso con leggi ad personam, oppure ha chiesto l’immunità al Parlamento Europeo ; e l’altra categoria dei comuni cittadini che non hanno certi “ombrelli giuridici” ma sono alla mercede di quella famosa bilancia che non si sa mai dove pende.

Media 4.33 su 5


1 commento

No ping yet

  1. Avatar
    Giorgia scrive:

    Ormai siamo ridotti alla frutta ognuno fa come gli pare.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo mail non sarà pubblicato!


*