BLOG : La voce di quasi tutti

«

»

Mag
08

« Governo BerluscLetta, Commissioni : le comiche finali.»

N


on faccio nomi, per stendere un velo pietoso ai vari nominati, che sono la più bella rappresentazione della vecchia scuola democristiana per il mercato delle poltrone ; oserei dire che hanno quasi superato il defunto maestro.
Adesso siamo ultimo giro di valzer con le nomine parlamentari sulle Commissioni, salvo qualche raro nome, il resto sono solo paccottiglia da collocare su qualche poltrona che interessa al dominus che lo sponsorizza. E’ la dimostrazione dell’improvvisazione, falegnami che diventano elettricisti oppure idraulici che diventano imgegneri, personaggi che saltellano da una poltrona e l’altra con puranco qualche coda giudiziaria ; ma quella da noi è una nota di merito, mica come nei paesi bolscevichi che si viene cacciati via a calci sui denti (figurato).
Ma la cosa più drammatica, è quella d’affidare delle commissioni sensibili a degli sprovveduti, solo perché sono all’opposizione sbattono i piedi e fanno i capricciosi, mentre la maggioranza si divide equamente le poltrone.
E’ del tutto evidente che questo governo si tenga in piedi per convenienza, usando l’antico sistema di un colpo al cerchio ed uno alla botte, al momento tante belle intenzioni ma di fatti ben pochi.
Anzi no, per meglio conoscersi, il giovin Letta porta tutti i ministri in una abbazia in Toscana per meglio conoscersi, precisando che il fuori porta si fa pagando alla romana, usando un bel cinguettio micio micio guatto guatto, ecco il testo :”Domenica e lunedì 24 ore di ritiro,in un’abazia in Toscana,solo i ministri. Per programmare, conoscersi, “fare spogliatoio” . Ognuno paga per se”.
Una volta c’era il sabato fascista, adesso ci saranno i rosari e le novene, sperando nell’aiuto dall’alto per sistemare gli affari nel basso.
A proposito giusto per sapere, questi i nomi di quelli che sono stati confermati allo strapuntino governativo:
Camera
Commissione Affari costituzionali va a Francesco Paolo Sisto (Pdl), commissione Giustizia aDonatella Ferranti (Pd), commissione Esteri a Fabrizio Cicchitto (Pdl), commissione Difesa aElio Vito(Pdl), commissione Bilancio a Francesco Boccia (Pd), commissione Finanze aDaniele Capezzone (Pdl), commissione Cultura a Giancarlo Galan (Pdl), commissione Ambiente a Ermete Realacci (Pd), commissione Trasporti a Michele Meta (Pd), commissione Attività produttive a Guglielmo Epifani (Pd), commissione Lavoro a Cesare Damiano (Pd), commissione Affari sociali a Scelta civica (nome ancora da stabilire), commissione Agricoltura aLuca Sani (Pd), commissione Politiche Ue a Matteo Bordo (Pd).
Senato
Commissione Affari costituzionali va ad Anna Finocchiaro (Pd), commissione Giustizia doveva andare a a Francesco Nitto Palma (Pdl) – votazione rimandata a domani, commissione Esteri a Pier Ferdinando Casini (Sc), commissione Difesa e Nicola Latorre (Pd), commissione Bilancio a Antonio Azzollini (Pdl), commissione Finanze a Mauro Marino (Pd), commissione Cultura ad Andrea Marcucci (Pd), commissione Lavori Pubblici e Telecomunicazioni ad Altero Matteoli (Pdl), commissione Agricoltura a Roberto Formigoni (Pdl), commissione Industria a Massimo Mucchetti (Pd), commissione Lavoro a Maurizio Sacconi (Pdl), commissione Sanità a Emilia De Biase (Pd), commissione Ambiente a Giuseppe Marinello (Pdl). Resta da definire la commissione Politiche Ue, per la quale è in ballo Vannino Chiti (Pd). [fonte Le Formiche].
Agli elettori commentare tali scelte.

Media 4.60 su 5
Share


1 commento

No ping yet

  1. Avatar
    Gianni Di Quattro scrive:

    Purtroppo!!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo mail non sarà pubblicato!


*